Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

domenica 13 dicembre 2009

IPOTESI DI COMPLOTTO parte V

Prosegue dalla parte IV


12 - parte III ) .....e questo evento potrebbe verificarsi in concomitanza con una pandemia influenzale, una gravissima crisi economico-finanziaria, eventuali gravi disordini derivanti da essa e vari altri eventi conseguenti e non, di cui ora noi nemmeno abbiamo idea...che sfocerebbero in guerre regionali e confluirebbero in un terzo periodo di guerra mondiale ? Ed ancora...quello a cui si riferiva il generale Franks è lo stesso evento a cui alludeva l'attuale vice-Presidente Usa Biden il 19 Ottobre del 2008 in una conferenza a Seattle ? ....."Potete starne certi, io vi assicuro che entro i primi 6 mesi del suo mandato, ci sarà una crisi internazionale...una crisi GENERATA di ENORMI PROPORZIONI che lo metterà alla prova... vedremo di che "stoffa" è fatto quest'uomo ( riferito ad Obama - ndr ), ricordatevi quello che vi ho detto...perché ciò accadrà". Ma non è stato il solo a fare dichiarazioni in tal senso...l'ex segretario di stato Usa, la democratica Madeleine Albright, a sua volta ritiene molto plausibile lo scenario di Biden, che hai suoi occhi assume le sembianze di un mega attentato terroristico. Ed ancora...Zbigniew Brzezinski attuale consigliere alla sicurezza nazionale...Colin Powell l'ex segretario di stato repubblicano, oppure il rivale di Obama alle ultime elezioni presidenziali, il repubblicano John McCain...ed anche un tale Michael Bayer, presidente del Defense Business Board e consulente del Pentagono, che ha annunciato, che il presidente deve prepararsi per una probabile crisi entro i primi 270 giorni del suo mandato.....( in inglese ).

Insomma...tutti d'accordo sulla medesima tesi.

Quindi abbiamo una serie di personaggi, tutti di altissimo spessore del panorama politico-militare statunitense, che ci dicono che l'attuale presidente degli Stati Uniti
dovrà affrontare una crisi GENERATA...ovvero creata ad arte...entro massimo 270 giorni ( 9 mesi ) dall'inizio del può mandato...20 - GENNAIO - 2009.

13 - parte I ) Quindi...ci dobbiamo aspettare una crisi GENERATA...riguardante la politica estera degli Stati Uniti...entro 6/9 mesi dall'inizio del presente mandato...ovvero, entro la fine di Ottobre 2009.

Ma tali eventi si sono già verificati in precedenti legislature statunitensi...nei primi 270 giorni di mandato presidenziale?

Vediamo.....

EISENHOWER - La rivoluzione iraniana.

KENNEDY - La baia dei porci.

JOHNSON - L'incidente del golfo del Tonchino.

NIXON - L'escalation della guerra in Cambogia e nel Laos.

CARTER - La riduzione delle truppe in Corea.

CLINTON - Il primo attacco al WTC.

BUSH padre - L'invasione di Panama.

BUSH figlio - L' 11/9

.....e per OBAMA?

Quale "prova" dovrà affrontare nel suo/nostro ormai imminente futuro.....la nefasta evoluzione della crisi coreana?

L'attacco a "sorpresa ed unilaterale" da parte israeliana alle infrastrutture nucleari iraniane con il conseguente ed inevitabile...causa derivante e generalizzata"risposta"iraniana nell'area del golfo persico e stretto di Hormuz...coinvolgimento degli Usa?

Una nuova "accensione"delle tensioni caucasiche? Uno o più mega-attentati "terroristici"...anche con armi non-
convenzionali...in Occidente?

L'accuirsi, con l'arrivo della seconda ondata , della pandemia influenzale A/H1N1, magari con la temuta mutazione ed il mix con l'aviaria?

Oppure...la "recrudescenza" della crisi economico-finanziaria,con la svalutazione del dollaro e/o il default di banche e paesi...fra cui gli Usa?

Ed infine...perché no, più d'uno di questi eventi...se non tutti in sequenza?


A seguire la parte VI

Nessun commento: