Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

venerdì 11 giugno 2010

PANDORA'S TIMES parte XVI

Prosegue dalla parte XV.

Nuovo Ordine Mondiale.

"Freedom flotilla"..."opposti punti di vista"...
Mo: testimone, almeno 19 morti.
Ha visto cadaveri gettati in mare e altri con colpi alla nuca.
03 giugno, 19:11
(ANSA) - ROMA, 3 GIU - Manolo Luppichini, uno dei 6 attivisti italiani fermati da Israele, ha detto che un'infermiera australiana ha contato piu' di 19 morti. L'infermiera, Jenny Campbell, a bordo della Mavi Marmara durante il blitz israeliano di lunedi', ha detto a Luppichini di ''aver visto piu' di un corpo gettato in mare dai commandos israeliani e di aver trovato all'interno dei bagni della nave piu' di un cadavere con colpi di arma da fuoco alla nuca''.

Ricordate.

Non date per scontato, che essendo Israele un Paese democratico, non sia in grado di commettere tali atroci nefandezze, anche nei confronti di cittadini di Paesi di "serie A".

Minacce, proteste e puntualizzazioni...
Iran, Ahmadinejad: un attacco sarebbe fine di Israele.
Ambasciatore iraniano all'Onu ha chiesto boicottaggio totale Israele dopo blitz contro Flottiglia di pace.
( ilmessaggero.it ).

AHMADINEJAD : NUOVA AGGRESSIONE SPINGERÀ ISRAELE VERSO DISTRUZIONE
Teheran, 4 giu. - (Adnkronos/Aki) - "Ogni altra aggressione spingera' ulteriormente il regime sionista verso la distruzione". Lo ha dichiarato il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad parlando a una grande folla radunata davanti al mausoleo dell'ayatollah Ruhollah Khomeini a Teheran, in occasione dell'anniversario della morte del fondatore della Repubblica Islamica.

Nel corso del suo intervento Ahmadinejad e' tornato sul blitz dei commando israeliani al convoglio della 'Freedom Flotilla' diretta a Gaza con aiuti umanitari. "Il regime sionista - ha dichiarato il presidente citato dal sito web della tv di Stato 'Irib' - ha bloccato la 'Freedom Flotilla', ma presto saranno organizzati migliaia di nuovi convogli diretti a Gaza che porteranno liberta' alla nazione palestinese, dopo aver annientato i sionisti".

Il presidente ha concluso sottolineando come "l'attuale posizione del governo Usa nei confronti del regime (israeliano, ndr.)" e' un ulteriore elemento che "mettera' a repentaglio" lo Stato ebraico.

Bandiere di Israele bruciate durante la manifestazione di protesta di Kuala Lampur
Dall'Egitto alla Malaysia, musulmani in piazza contro Israele.
ultimo aggiornamento: 04 giugno, ore 17:50
Il Cairo - (Adnkronos/Aki) - Manifestazioni di condanna per il blitz israeliano contro la 'Freedom Flotilla'. Marcia di protesta in Libano, dalla Grande Moschea di al-Mansouri. Circa diecimila persone sono invece scese per le strade di Istanbul.
Il Cairo, 4 giu. - (Adnkronos/Aki) -
Manifestazioni di condanna per il blitz israeliano contro la 'Freedom Flotilla', costato la vita ad almeno nove persone, si sono tenute oggi in tutto il mondo islamico. In Egitto, la più imponente è stata organizzata dai Fratelli Musulmani ad Alessandria, nel nord del Paese, e ha visto la presenza di 15mila persone che hanno chiesto al governo di interrompere le relazioni con Israele e di chiudere l'ambasciata dello Stato ebraico al Cairo. Nella capitale alcune decine di manifestanti si sono radunate presso l'università al-Azhar, ma sono state fermate dalle forze di sicurezza prima che iniziassero la protesta. Circa 200 persone hanno invece manifestato vicino all'ambasciata israeliana di Amman, in Giordania, chiedendo l'espulsione dell'ambasciatore di Tel Aviv. In Libano, poi, a centinaia hanno dato vita a una marcia di protesta dalla Grande Moschea di al-Mansouri, a Tripoli, lanciando slogan che invitavano i governi dei Paesi arabi a mostrarsi solidali con le vittime del blitz.
In Siria un gruppo di universitari ha inscenato un sit-in a Damasco chiedendo sanzioni contro Israele. Durante la preghiera del venerdì alcuni religiosi damasceni hanno condannato l'attacco definendolo "un crimine che ha colpito attivisti senza difese" che speravano di rompere l'assedio a Gaza. Circa diecimila persone sono invece scese per le strade di Istanbul per manifestare contro il blitz compiuto da Israele. I manifestanti hanno sventolato bandiere turche e palestinesi e inneggiato slogan contro lo Stato ebraico. La folla si è riunita davanti alla storica moschea Beyazıt, dove si è pregato per Cevat Kılıçdar, il giornalista rimasto ucciso nel raid israeliano insieme ad altri otto cittadini turchi. Anche in Iran numerosi dimostranti hanno condannato l'attacco dei commando israeliani. La manifestazione si è svolta al termine delle celebrazioni per l'anniversario della morte dell'ayatollah Ruhollah Khomeini.
Al termine della manifestazione in Iran gli organizzatori hanno letto un comunicato in cui si fa appello alla comunità internazionale e al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite affinché prendano "provvedimenti immediati e adeguati per fermare i crimini di Israele". Nel comunicato si chiede inoltre all'Organizzazione per la Conferenza Islamica (Oci) e alla Lega Araba di "essere unite contro le ostilita' del regime israeliano".
Alcune bandiere di Israele, infine, sono state bruciate durante la manifestazione di protesta che si e' tenuta a Kuala Lampur, in Malaysia. Migliaia di musulmani, guidati dal leader dell'opposizione Anwar Ibrahim, hanno protestato davanti all'ambasciata Usa chiedendo di punire Israele per la strage. "Invitiamo gli Stati Uniti a mettere fine alla crudeltà di Israele e ad ascoltare di più il resto del mondo", ha dichiarato Anwar, mentre i manifestanti hanno lanciato slogan come "Dio è grande" e "Israele sia distrutto". Un gruppo di dimostranti ha sfilato per le vie della capitale malese portando in spalla alcune bare finte per ricordare le vittime del blitz israeliano.

Erdogan,Hamas non e'gruppo terroristico.
Premier turco: 'sono resistenti che difendono la loro terra'.
04 giugno, 17:45
(ANSA) -ANKARA,4 GIU- Il premier turco Erdogan ha detto che Hamas, movimento islamico palestinese che controlla la Striscia di Gaza,non e' un gruppo terroristico. 'Hamas ha dei resistenti che lottano per difendere la loro terra, hanno vinto le elezioni', ha detto Erdogan. Aggiungendo: 'L'ho detto ai dirigenti americani, io non considero Hamas un'organizzazione terroristica. La penso ancora cosi'. Loro difendono la loro terra', ha aggiunto il premier, le cui parole sono state ritrasmesse dalla tv.

Avvisaglie di sommosse popolari in medioriente, in attesa della prossima "scintilla"...

Che statene certi, a "breve" arriverà.

E potrebbe farlo "incendiare".

E dopo di esso, il mondo.

A seguire la parte XVII.

Nessun commento: