Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

venerdì 11 giugno 2010

PANDORA'S TIMES parte XV

Prosegue dalla parte XIV.

Nuovo Ordine Mondiale.

"Freedom flotilla"...
DIRETTA - ESTERI

Israele espelle 250 attivisti arrestati.
Usa a Turchia: "Altri modi per aiuti a Gaza".
Iniziata stamattina l'espulsione di 250 degli oltre 650 attivisti stranieri arrestati in seguito al blitz contro la flottiglia filo-palestinese che tentava di raggiungere Gaza Israele richiama le famiglie dei diplomatici dalla Turchia. Obama gela il premier turco che chiedeva una condanna più ferma dell'attacco: "E' importante trovare modi migliori per fornire aiuti umanitari alla popolazione di Gaza, senza mettere in pericolo la sicurezza di Israele".
( repubblica.it ).

Cito dalla diretta linkata qui sopra...

10:39 Ahmadinejad a Haniyeh: "Rompere assedio".
Occorre "cercare di formare un fronte internazionale per rompere l'assedio di Gaza". Lo ha detto il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad in una conversazione telefonica con il capo dell'esecutivo di Hamas a Gaza, Ismail Haniyeh, di cui dà notizia oggi l'agenzia iraniana Isna. "L'Iran è al vostro fianco e continuerà a seguire questa vicenda perchè il falso regime (Israele) venga pienamente punito e la popolazione di Gaza venga liberata il più presto possibile", ha affermato ancora Ahmadinejad, riferendosi al sanguinoso blitz israeliano contro la flottiglia di aiuti in navigazione verso la Striscia di Gaza. Dopo avere detto che "questo crimine ha mostrato ancora una volta al mondo la natura di questo falso regime", il presidente iraniano ha affermato che esso dovrà servire da "criterio per giudicare della sincerità dei governi" di tutto il mondo nei confronti del conflitto mediorientale.

12:09 Barak ringrazia i militari del bliz: "Siamo in M.O. qui non c'è pietà per i deboli".
Il ministro della difesa israeliano Ehud Barak si è recato oggi nella base militare di Atlit (Haifa) per complimentarsi con i membri del commando della marina che hanno preso parte al blitz contro la nave turca. "Avete compiuto la missione che vi abbiamo affidato - ha detto Barak - avete impedito l'arrivo a Gaza della flottiglia. Occorre sempre ricordare - ha aggiunto - che non viviamo nell'America del Nord nè nell'Europa occidentale, ma in Medio Oriente: una zona dove non c'è pietà per i deboli e dove non viene concessa una seconda opportunità a chi non si
difende".

19:27 Netanyahu: "Flottiglia pericolosa per Israele".
Quella intercettata in alto mare dai commando israeliani ''non era una 'Love Boat', bensì una flottiglia terroristica''. Lo ha affermato il premier israeliano Benyamin Netanyahu. ''Continueremo a difendere i nostri cittadini, è nostro diritto, nostro dovere'' ha aggiunto il premier, confermando che il blocco a Gaza sarà mantenuto anche in futuro, malgrado ''l'attacco internazionale di ipocrisia'' nei confronti di Israele.

LE TESTIMONIANZE

Blitz Gaza, gli italiani denunciano"Picchiati sulla nave e in aeroporto" "Botte sulla nave e anche in aeroporto".
"Sembrava di essere sul set di Apocalispse Now".
"E' stato un rapimento". Sono arrivati nella notte a Istanbul e torneranno in mattinata in Italia i pacifisti italiani arrestati dopo il blitz contro la flottiglia filo-palestinese al largo di Gaza.
( repubblica.it ).

Reazioni...
Sudafrica,via ambasciatore da Israele.
Ministro Esteri,vogliamo dimostrare ferma condanna dell'attacco.
03 giugno, 15:27
(ANSA)-JOHANNESBURG, 3 GIU- Il Sudafrica ha richiamato il suo ambasciatore in Israele, dopo l'attacco alla flottiglia di pacifisti che portavano aiuti a Gaza.Si vuole cosi'dimostrare 'la piu' ferma condanna dell'attacco' ha detto alla stampa il viceministro degli Esteri Ebrahim. L'aggressione israeliana 'ha un grave effetto sulla ricerca di una soluzione duratura ai problemi nella regione'. Non c'e' l'intenzione di espellere l'ambasciatore israeliano ne' di rompere le relazioni diplomatiche con lo Stato ebraico.

Test missilistici, terrorismo...non convenzionale...e "sempre più certe" conferme, ad imminenti minacce di "stati canaglia"...
Taiwan: imminente test missilistico.
In grado di colpire Pechino stando a stampa, ministero smentisce.
02 giugno, 12:41
(ANSA) - TAIPEI, 2 GIU - Taiwan eseguira' questa settimana il test di un missile terra-terra in grado di raggiungere Pechino, secondo il settimanale locale Next. Il ministero della difesa taiwanese ha pero' smentito la notizia affermando che sono in corso 'ricerche su diversi tipi di armamento'. Il settimanale sostiene che il missile ha una gittata di 2.000 chilometri e che sara' sperimentato tra giovedi' e venerdi'. Se il test avra' successo,aggiunge Next, il governo dell' isola ha in programma di schierarne 150.

Russia: terroristi cercano armi nucleari.
Nella Csi, lo afferma capo servizi segreti di Mosca.
02 giugno, 15:07
(ANSA) - MOSCA, 2 GIU - I terroristi continuano a tentare di impossessarsi di materiale nucleare, biologico e chimico nella Comunita' di Stati indipendenti (Csi).Lo ha affermato il capo dei servizi segreti russi (Fsb) Aleksandr Bortnikov in una conferenza stampa a Iekaterinburg, sugli Urali, al termine del Consiglio dei capi dei servizi di sicurezza dei Paesi membri della Csi. Lo riferisce l'agenzia Interfax. La Csi e' nata dalle ceneri dell'Urss, e non comprende i Baltici ne' da poco la Georgia.

NUCLEARE IRAN : L'AIEA, TEHERAN HA URANIO PER DUE ORDIGNI.

In attesa delle sanzioni.
Nucleare: Iran; Usa sperano voto sanzioni Onu entro 21 giugno.
( Fonte : swissinfo.ch )
02 giugno 2010 21:27
WASHINGTON - Gli Stati Uniti sperano di giungere entro il 21 giugno ad un voto del Consiglio di sicurezza dell'Onu sulle nuove sanzioni all'Iran, ha detto oggi il portavoce del Dipartimento di stato Philip Crowley.
"Il presidente Barack Obama ha detto più volte che l'obiettivo degli Stati Uniti è quello di giungere al voto sulla risoluzione Onu entro la fine della primavera", ha sottolineato il portavoce del dipartimento di stato.
"Questo significa, in termini di calendario, che il voto dovrebbe avvenire tra adesso e il 20 o 21 giugno", ha aggiunto il portavoce Crowley.
Gli Stati Uniti hanno concordato con gli altri paesi del consiglio di sicurezza una bozza di risoluzione che è in questi giorni esaminata al dettaglio al palazzo di Vetro dell'Onu prima di procedere al voto del documento che farà scattare una nuova serie di sanzioni contro l'Iran per spingere Teheran a rinunciare al suo programma nucleare. sda-ats

NWO & Economia.
Notizie di fughe monetarie...per "fini superiori".
Iran, 45 mld euro in cambio di dollari.
Tv Stato, piano dettato dall'indebolimento della divisa europea.
02 giugno, 15:00
(ANSA) - TEHERAN, 2 GIU - La banca centrale dell'Iran ha messo a punto un piano per vendere 45 miliardi di euro e acquistare in cambio dollari e lingotti d'oro. Lo riferisce oggi la tv iraniana.
Nessun annuncio ufficiale dalla Banca centrale.
Negli ultimi 2 anni, per la forte svalutazione del dollaro, l'Iran aveva sostituito la moneta Usa con quella europea nelle transazioni internazionali. La marcia indietro sarebbe dovuta all'indebolimento dell'euro. Anche Paesi arabi del Golfo preparerebbero analoghi piani.

BILDERBERG : LA COSPIRAZIONE PUBBLICA.

Tutto, o quasi, "alla luce del sole".

Ciò, ci dovrebbe far riflettere e molto...

Tutti.

A seguire la parte XVI.

Nessun commento: