Post in evidenza

PANDORA'S TIMES parte CCXLIX

Prosegue dalla parte CCXLVIII . Spie, letali veleni, diplomatiche ritorsioni e potenzialmente non solo diplomatici Chiari assi, diretti a...

martedì 21 settembre 2010

AFGHANISTAN : "LA GUERRA UN FALLIMENTO" - parte III

Prosegue dalla parte II.


AFGHANISTAN: PETRAUS, LA GUERRA SARA' ANCORA MOLTO LUNGA

(ASCA) - Roma, 18 set - ''Non voglio usare termini come ottimista o pessimista: voglio essere realista, e la realta' e' che l'impegno in Afghanistan e' stato, e' ancora e restera' duro''.

Lo afferma, in un'intervista a Repubblica, il generale David Petraeus, comandante della missione Nato e delle forze Usa nel paese, per un totale di quasi 150 mila uomini.
''Il nostro obiettivo principale - spiega - e' evitare che il Paese torni a essere un santuario per Al Qaeda com'era prima dell'11 settembre. Ci sono stati progressi in certe aree, ma servono altri passi avanti. E dobbiamo consolidare quello che abbiamo ottenuto''. E, aggiunge, ''credo che il modo migliore per valutare i progessi sia l'espansione delle aree sicure''.

Il comandante parla poi dell'impegno delle truppe italiane: ''Le Forze italiane hanno fatto molto bene, l'approccio ha funzionato nelle loro aree di responsabilita', ma anche li' deve essere modulato sulle circostanze locali: in certe aree gli italiani hanno dovuto combattere e hanno dimostrato di saperlo fare''. map/sam/lv


AFGHANISTAN

Militari americani sotto inchiesta
"Uccidevano civili per divertimento"

Il Washington Post cita documenti e testimonianze relative all'indagine: Omicidi "compiuti essenzialmente per sport da soldati dediti all'hascisc e all'alcol". Cinque incriminati, altri sette indagati. Il padre di uno di loro cercò di avvertire i superiori, ma invano

Continua su : repubblica.it

Nessun commento: