Post in evidenza

WIKILEAKS: VAULT 7 - parte seconda

Prosegue da questo post . Rivelando segreti..."potenzialmente, di mezz'età...e forse più in verità"... WikiLeaks beffa la...

giovedì 5 settembre 2013

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/121

Prosegue dalla parte 120.


Mai così Chiare, ed Evocative Dichiarazioni Siriane di..."O Gloria, o Morte"...

Siria: Damasco, pronti anche
guerra mondo


Secondo viceministro degli Esteri

04 settembre, 15:40

(ANSA) - DAMASCO, 4 SET - Il governo siriano è deciso a resistere anche di fronte allo spettro di "una terza mondiale".

"Non ci piegheremo nemmeno se ci fosse la terza guerra mondiale", ha detto il viceministro degli Esteri, Faysal Moqdad.

"Il governo siriano - ha aggiunto - non cambierà posizione nemmeno se ci fosse la terza guerra mondiale, nessun siriano può sacrificare l'indipendenza del Paese". Moqad ha aggiunto che Damasco ha già adottato "tutte le misure" necessarie per far fronte a "un'aggressione".

Spavaldi però Eh!


E poi c'è Debka che a riguardo almeno secondo me, ci aiuta a capire...tra l'altro, cosa intendesse il vice-ministro con in particolare, le parole dell'ultima frase citata nell'Ansa...

Syria’s Muqdad threatens World War III for US strike

Il Siriano Muqdad minaccia la Terza Guerra Mondiale per l'attacco degli Stati Uniti

Syria's deputy foreign minister Faisal Muqdad said Wednesday his regime would not give in to threats of a US-led military strike, even if a third world war erupts. In an interview with AFP, Faisal Muqdad said his government had taken "every measure" to counter a potential intervention aimed at punishing the regime of Bashar al-Assad over a suspected deadly poison gas strike, was mobilizing its allies and would take every measure “to retaliate against…aggression.” DEBKAfile: This is the first time a regime official has intimated that Damascus has invoked the mutual defense pacts existing between Syria, Iran and Hizballah.

Link: debka.com

Traduco l'ultima parte perché è la chiave (se sarà poi nei fatti realmente messa in pratica, ma se attacco sarà, ho ben pochi dubbi che ciò non avvenga), per ciò che potrebbe accadere in quell'area, ed Oltre...Ben Oltre...
"DEBKAFILE: Questa è la prima volta che un funzionario del regime ha intimato che Damasco ha invocato il patto di mutua difesa esistente fra Siria, Iran, ed Hezbollah."

Interessante, Vero?

Come ripasso...in merito a tal mutuo patto, un articolo di qualche tempo fà, già messo in evidenza in questa serie di post di geopoliticalcenter.com...


- Il Patto di mutua difesa tra Siria ed
Iran


Le Pesanti...per ora solo Parole, da/di chi Comanda Realmente in Iran...

Siria: Khamenei, armi chimiche
è scusa


Guida suprema iraniana, americani pagheranno
per questo errore

05 settembre, 12:47

(ANSA) - TEHERAN, 05 SET - Il leader della rivoluzione islamica iraniana, l'Ayatollah Seyyed Ali Khamenei, ha affermato che gli Stati Uniti cercano di sfruttare la questione dell'attaccochimico in Siria come scusa per intraprendere un'azione militare contro il Paese mediorientale. Lo riferisce il sito dell'emittente iraniana Press Tv.
La Guida suprema, viene aggiunto, ha notato che gli Usa in Siria stanno commettendo un errore e pagheranno un prezzo per questo.

Concitati Avvisi Nucleari Russi ad Alto Rischio...

Moscow: “Nuclear catastrophe” if US hits Syria

Mosca: "Catastrofe Nucleare" se gli Stati Uniti colpiscono la Siria

"If a warhead, by design or by chance, were to hit the Miniature Neutron Source Reactor (MNSR) near Damascus, the consequences could be catastrophic," Aleksandr Lukashevich said Wednesday in another warning against a US military attack on Syria. The region could be at risk, he said, of “contamination by highly enriched uranium and it would no longer be possible to account for nuclear material, its safety and control.” Such material could fall into the wrong hands.
DEBKAfile: The Russians assume a US missile attack on Syria might target the reactor area because important chemical weapons research facilities are located in the same compound as the small Syrian reactor.

"Se una testata, da disegno o da possibilità (voluta o per caso), andrà a colpire il Reattore Miniaturizzato Fonte di Neutroni (MNSR) vicino a Damasco, le conseguenze potrebbero essere catastrofiche," ha detto Mercoledì Aleksandr Lukashevich in un altro ammonimento contro un attacco militare Statunitense sulla Siria. Ed aggiunge, "la regione sarebbe a rischio, di "contaminazione da uranio altamente arricchito e riguardo il materiale nucleare, vi sarebbe da mettere in conto la non remota possibilità riguardo la sua sicurezza ed il controllo." Questo tipo di materiale potrebbe cadere in mani sbagliate.
DEBKAfile: la Russia presume che un attacco missilistico degli Stati Uniti sulla Siria farebbe un bersaglio dell'area del reattore perché importanti istallazioni di ricerca sulle armi chimiche sono locate nella stessa struttura come il piccolo reattore Siriano.

Link: debka.com

E che sia anche questo...uno dei Possibili Eventi, "Atti" (al pari di un attacco ai reattori nucleari di Alleati, o all'uso diretto di ordigni nucleari sugli altrui territori)..."Come da Copione", ad inorridire e fomentare il più dei popoli musulmani alla "Guerra Santa", contro chi tale disumano atto "ha compiuto"?

Ed ancora da Debka...notizia su consistenti mobilitazioni...10mila combattenti, a difesa di Damasco contro un attacco degli Stati Uniti...ma preparandosi a rispondere, anche altrove, se...da altrove, direttamente autorizzati...

Hizballah mobilizes to defend Damascus under US attack

Hezbollah si mobilita a difendere Damasco sotto l'attacco degli Stati Uniti

The Shiite Hizballah has transferred 10,000 fighters to Damascus ahead of a US strike on Syria, according to various sources in Lebanon. The Lebanese organization has “called on all its officers and members to man their positions.” Hezbollah fighters have left their regular positions and checkpoints in southern Beirut, turning off their mobile phones so that they could not be traced. The Hizballah force is assigned the main onus of defending the Syrian capital in the event of a US military attack, while also preparing to launch a rocket attack on Israel, depending on the okay from Tehran.

Raccontando il solo iniziar di Nefasti Scenari...in seguito, Visto le notizie che giungono, Direi con "Buona Probabilità, ma non con Certezza"...non solo Siriani...


- Sabato 21 settembre attacco alla Siria -
SCENARIO-



A seguire la parte 122.

Nessun commento: