Post in evidenza

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/250

Prosegue dalla parte 249 . Unitarie Tensioni e giorni di fuoco dal cielo...che ancora cova... L’inusuale unità di palestinesi e arabi ...

giovedì 5 maggio 2022

PANDORA'S TIMES parte CCLXX

Prosegue dalla parte CCLXIX


Intrigante video-intervista - a dir poco - con particolari che se corrispondessero alla pura verità, chiuderebbero il cerchio sugli eventi e le decisioni, a livello globale degli ultimi 2 anni, senza tirare in ballo complottismi vari (anche se in verità più di qualcuno ha fatto e sta facendo, affari d'oro). L'ultima evoluzione di una chimera, un'arma biologica...spero fuggita accidentalmente, altrimenti potremmo essere in guai molto più grossi degli effetti della stessa.

Se dovessi darle un titolo sceglierei..."La Firma"...




Ed ancora più intrigante...quantomeno a taluni, potrebbe risultare, da un punto di vista di...almeno alcune (1 - 2), secolari profezie laiche.

(Anche) Questa volta mi raccomando...Ascoltate bene.

Ecco la seconda parte...





In pratica, la terza parte.

Spiegazioni...




Nuovo Ordine Mondiale.

Continuando a narrare multimedialmente, da soltant'uno punto di vista, di epidemici eventi e notizie in merito...

Conferme ufficiali...

Ema: il richiamo del vaccino dopo 4 mesi può creare problemi alla risposta immunitaria


L'Agenzia Ue del farmaco frena sull'abuso di booster. E anche sulla necessità di nuovi vaccini contro le varianti

Continua su: europa.today.it

Periziando...in verità, finanche assai nefaste, responsabilità...

"Avrebbero potuto salvare vite": Crisanti inchioda Conte e Speranza


14 Gennaio 2022 - 20:57

Andrea Crisanti ha depositato presso la procura di Bergamo la relazione che ricostruisce i primi mesi di pandemia in Italia a partire dalla Lombardia

Francesca Galici

Continua su: ilgiornale.it

Oh! Finalmente. A quanto pare, Hanno "ri-trovato" altri Giudici...

Covid: il Tar annulla la circolare ministero sulla 'vigilante attesa'


Accolto il ricorso del Comitato Cura Domiciliare Covid-19

Redazione Ansa
ROMA - Gennaio 15, 2022 - News

Il contenuto della nota ministeriale con la quale, in merito alla gestione domiciliare dei pazienti con infezione da SARS-CoV-2, si prevede una "vigilante attesa" e la somministrazione di Fans e Paracetamolo, "si pone in contrasto con l'attività professionale così come demandata al medico nei termini indicati dalla scienza e dalla deontologia professionale". Così il Tar del Lazio in una sentenza con la quale ha accolto un ricorso del Comitato Cura Domiciliare Covid-19. Il Tar annulla la Circolare nella parte in cui prevede la "vigilante attesa" nei primi giorni della malattia e pone indicazioni di non utilizzo di farmaci.

Il ricorso è firmato dal presidente e avvocato Erich Grimaldi e dall'avvocato Valentina Piraino. Si annulla quindi la Circolare del Ministero della Salute aggiornata al 26 aprile 2021, nella parte in cui, oltre a prevedere la "vigilante attesa" nei primi giorni d'insorgenza della malattia, pone anche indicazioni di non utilizzo di tutti i farmaci generalmente utilizzati dai medici di medicina generale per i pazienti affetti da Covid. Per il Tar, "in disparte la validità giuridica di tali prescrizioni, è onere imprescindibile di ogni sanitario di agire secondo scienza e coscienza, assumendosi la responsabilità circa l'esito della terapia prescritta quale conseguenza della professionalità e del titolo specialistico acquisito. La prescrizione dell'AIFA, come mutuata dal Ministero della Salute, contrasta, pertanto, con la richiesta professionalità del medico e con la sua deontologia professionale, imponendo, anzi impedendo l'utilizzo di terapie da questi ultimi eventualmente ritenute idonee ed efficaci al contrasto con la malattia COVID-19 come avviene per ogni attività terapeutica".

La conclusione è che "il contenuto della nota ministeriale, imponendo ai medici puntuali e vincolanti scelte terapeutiche, si pone in contrasto con l'attività professionale così come demandata al medico dalla scienza e deontologia professionale". "Finalmente un punto fermo a una battaglia che portiamo avanti da due anni, è la fine della vigile attesa - ha commentato l'avvocato Grimaldi - per dimostrare che le linee guida ministeriali fossero di fatto uno strumento per vincolare i medici di medicina generale alle eventuali responsabilità che derivano dalla scelta terapeutica. Il Governo, andando a vincolare i medici, ha di fatto privato i cittadini delle cure domiciliari precoci, paralizzando la sanità territoriale, e portato al collasso il sistema ospedaliero, con le drammatiche conseguenze che migliaia di famiglie conoscono purtroppo molto bene". "Le scelte terapeutiche sono da sempre un dovere e un diritto dei medici, eppure chi ha curato a casa è stato ingiustamente bistrattato e accusato più volte di agire in malafede - ha aggiunto la portavoce di CDC-19, Valentina Rigano - invece di ascoltare e recepire le costanti richieste di collaborazione che abbiamo più volte proposto al Ministero, per trovare una soluzione comune all'emergenza, chi ha preso decisioni ha ignorato le capacità e l'esperienza di migliaia di medici. Questa decisione cristallizza una volta per tutte quale sia il ruolo del medico di medicina generale, ovvero agire e non lasciare i malati Covid ad attendere l'evolversi della malattia".

Link notizia: ansa.it

Il ministero si è opposto alla sentenza e si è rivolto al Consiglio di stato. Che ha sospeso la sentenza in attesa dell'udienza del 3 febbraio.

Perché Non provo alcuna meraviglia?

Sempre un'audizione del Senato...ma recentissima eh!




A conferma di un passaggio di quanto è riportato anche nel video qui sopra...

- Omicron, choc in Israele: record storico di contagi dopo la 4° dose di vaccino. Il sospetto, cosa sta succedendo

Più che eroico...una leggenda...



Illustrate conferme...



- Sorpresa sulla terza dose: cosa dicono i numeri

Temo che questo mondo stia nuovamente impazzendo, ma...

- La Polonia verso le restrizioni anti-Covid su basi genetiche

Perché Non provo alcuna meraviglia?



- Covid, The Lancet: "vaccino non ferma contagi, obbligo da rivalutare"

Alcune risposte...

- Nuovi dati Iss: si confermano i dubbi sulla terza dose



Che agli italici popoli non sia dato sapere, sia mai che "inizino a pensar male"...in massa...



"Che giammai sia possibile il mostrar...di chiaro pensiero, in finanche chiare parole espresso". Siamo alla "pura follia"...




A seguire la parte CCLXXI.

Nessun commento: