Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

giovedì 31 maggio 2012

WIKILEAKS: Assange e "l'Ultima Possibilità"

Prosegue da questo post.


WIKILEAKS

Londra, la Corte suprema ha
deciso
"Assange può essere
estradato"


Respinto l'appello presentato dall'ex hacker, colpito da un mandato d'arresto dopo la denuncia di due donne che lo accusano di violenza
sessuale. Ma i legali ottengono due settimane per presentare un nuovo ricorso, basato su un cavillo legale.
Solo dopo sarà possibile valutare la possibilità di rivolgersi alla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo


Julian Assange (afp)


Continua su: repubblica.it


Cosa succede ora ad Assange

di Stefania Maurizi

Dopo la sentenza che lo estraderà in Svezia rischia un lungo isolamento.
Ma il vero pericolo è che gli
americani cerchino di farlo arrivare
negli Usa, dove le (ridicole) accuse di aggressione sessuale lascerebbero il posto a un'incriminazione
pesantissima, legata ai file resi
pubblici


(30 maggio 2012)

E alla fine è praticamente certo che verrà estradato in Svezia. La Suprema Corte di Londra ha rigettato il ricorso di Julian Assange, concedendo, però, al fondatore di WikiLeaks la sospensione della procedura di estradizione per quattordici giorni: il tempo di considerare un'obiezione tecnica della difesa di Assange sulla sentenza di oggi. Dopodiché non resterà che appellarsi alla corte europea dei Diritti dell'Uomo.
Dunque questa finestra di due settimane allontana l'estradizione anche stavolta: non è imminente, nonostante il verdetto della Suprema Corte, ma le possibilità di evitarla sembrano ormai ridotte al lumicino.

Continua su: espresso.repubblica.it


Video, da repubblica.it...

Assange: chi vincerà la guerra della rete?


Verso la Reale...Ultima, Possibilità...

WikiLeaks: Corte Suprema Gb
respinge ricorso Assange


14 Giugno 2012 - 16:02

(ASCA-AFP) - Londra, 14 giu - La Suprema Corte britannica ha respinto la richiesta di Julian Assange di riaprire il procedimento contro la sua estradizione in Svezia.
Lo ha reso noto la stessa Corte, aggiungendo che il fondatore di WikiLeaks non verra' comunque estradato per almeno due settimane, periodo nel quale Assange potra' sfruttare la sua ultima possibilita', il ricorso presentato davanti alla Corte europea per i diritti dell'uomo di Strasburgo. red-uda/


"L'Ultima Mossa di Assange"...

LONDRA

Assange, mossa a sorpresa
si rifugia nell'ambasciata
dell'Ecuador


Il fondatore di WikiLeaks ha chiesto asilo politico alle autorità del paese sudamericano. Il ministro degli Esteri riferisce che "stanno valutando la richiesta". Meno di una settimana fa la Corte suprema britannica aveva negato il ricorso dell'editore contro la deciisone di estradarlo in Svezia

Continua su: repubblica.it

Aggiornamento...

Assange: Ecuador prende
tempo, per stampa darà asilo


Fondatore Wikileaks in ambasciata
Ecuador. Polizia Gb, verrà arrestato

20 giugno, 19:17

(di Pablo Giuliano e Oliviero Pluviano)

RIO DE JANEIRO - "Stiamo analizzando la richiesta di asilo politico di Julian Assange come si fa normalmente in questi casi. Il giornalista australiano afferma che la sua vita è in pericolo, ma non abbiamo termini per definire una risposta". Lo ha detto all'ANSA il ministro degli Esteri dell'Ecuador, Ricardo Patino, a margine della conferenza ambientale dell'Onu "Rio+20" a Rio de Janeiro. Ma fonti di stampa ecuatoriana affermano che l'asilo dell'Ecuador al direttore dell'organizzazione Wikileaks, rifugiato nell'ambasciata ecuadoriana a Londra, "é una questione di ore".

Continua su: ansa.it

Cuore di Mamma...

Madre Assange in
Ecuador su asilo Julian


Christine, presidente prendera' decisione migliore

30 luglio, 10:44

(ANSA) - SYDNEY, 30 LUG - La madre del fondatore di Wikileaks Julian Assange si trova in Ecuador per fare pressione sul governo perché dia asilo politico al figlio, e oggi stesso dovrebbe incontrare il ministro degli Esteri Ricardo Patino.

Christine Assange ha precisato che fara' appello alla reputazione dell'Ecuador in materia di diritti umani. ''Sono sicura che il presidente e i suoi collaboratori prenderanno la decisione migliore in questo caso'', ha detto.

Negando...Ufficialmente, il Giungere, di Attese Decisioni...

Assange: Correa, ancora
nessuna decisione


Dopo voci diffuse da Guardian su concessione asilo politico

14 agosto, 23:28

(ANSA) - QUITO, 14 AGO - ''Non c'e' ancora alcuna decisione'': e' quanto ha precisato il presidente dell'Ecuador, Rafael Correa, in merito al possibile via libera di Quito all'asilo politico di Julian Assange. ''Le voci diffuse sull'asilo di Assange sono false. Non c'e' ancora una decisione al riguardo. Aspetto il rapporto dal ministero degli Esteri'', ha precisato Correa facendo riferimento alla notizia diffusa dal quotidiano britannico Guardian.

La Concessione...e la Minaccia...

WIKILEAKS

Assange, Ecuador concede
asilo politico
Gb: "Non cambia niente, sarà
estradato"


A dare l'annuncio è stato il ministro degli Esteri Ricardo Patino: "E' in pericolo. Rischia la pena di morte negli Usa". L'hacker australiano: "E' stata una vittoria storica ma è solo l'inizio" Per il Regno Unito è una decisione "deplorevole" e il Foreign Office conferma: "Non lascerà da uomo libero l'ambasciata"

Continua su: repubblica.it

"Piango lacrime amare per la mia amata Inghilterra."

Vergogna.

Vitali Trattative...a più Mani...


WIKILEAKS

Ecuador: "Assange non
in Usa"
Svezia: "Posizione Quito
inaccettabile"


Il Paese sudamericano porta avanti i negoziati con Londra e Stoccolma sul destino dell'australiano. IL premier svedese indignato per l'attacco alla magistratura. Venerdì una riunione dell'Organizzazione degli stati americani

Continua su: repubblica.it

Il Discorso, l'Appello...e la Trattativa...

Wikileaks, Assange sul
balcone dell'ambasciata
ecuadoriana




Un grazie ai suoi sostenitori e un appello rivolto agli Stati Uniti. Questi i punti chiave del discorso di Julian Assange pronunciato dal balcone dell'ambasciata ecuadoriana di Londra dove è rifugiato da due mesi. Il fondatore di Wikileaks si è rivolto al presidente Usa chiedendogli di cessare la caccia alle streghe nei confronti del sito e smettere di minacciare la libertà dei mezzi di informazione

Link articolo, video e fotogallery (15): repubblica.it

L'Avvisar...del fronte comune, del "basso" Oltre-Atlantico...

WikiLeaks: Chavez minaccia
Gb, Ecuador non e' solo.
Pronti a intervenire


21 Agosto 2012 - 13:20

(ASCA-AFP) - Caracas, 21 ago - L'Ecuador ''non e' solo'' e il Venezuela dara' una ''risposta radicale se il Regno Unito decidera' di violare la sovranita' dell'ambasciata di Quito'' nel tentativo di arrestare Julian Assange. Il presidente Hugo Chavez interviene sulla vicenda del fondatore di WikiLeaks E va allo scontro con Londra all'indomani del giorno in cui la Gran Bretagna cerca di raffreddare la tensione dicendosi alla ricerca di una soluzione diplomatica.

''Suggeriamo al governo londinese di riflettere bene prima di intervenire perche' sono finiti i tempi in cui i vecchi imperi, e quelli nuovi, facevano con noi quel che volevano'', ha detto Chavez in un'intervista all'emittente statale VTV. rba/cam

Disquisendo d'Altro...

Siria: Assange,manipolazione
stampa ovest


'E' in corso democratizzazione, ma questo non interessa'

31 agosto, 18:12

(ANSA) - CARACAS, 31 AGO - ''Risulta ovvio che i poteri occidentali stanno usando la vicenda siriana per togliere di mezzo il governo'' di Assad, ''favorire Israele e indebolire l'Iran: e' per questo che c'e' stata una enorme manipolazione della stampa... E' in atto una democratizzazione in Siria, ma e' chiaro che agli Stati Uniti, il Regno Unito, Israele e Francia non interessa''. Lo ha detto Julian Assange in una intervista con la tv sudamericana Telesur.

..."in Piena Libertà."


Continua...QUI.

Nessun commento: