Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

giovedì 3 settembre 2015

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/188

Prosegue dalla parte 187.


E qualcosa...dal Mare, poi arrivò. Anche se forse...intenzionalmente, o chissà, "solo in questi tempi, sbagliò bersaglio"...

Tomahawk cruise missiles strike ISIS Syrian HQ

Missili da crociera Tomahawk colpiscono il Quartier Generale Siriano dell'ISIS

DEBKAfile September 3, 2015, 7:35 PM (IDT)

DEBKAfile reports that at least five US-made long-range Tomahawk missiles Thursday struck ISIS headquarters in the North Syrian town of Raqqa. They were fired from the sea - the first such missile attack on a major ISIS base in Syria.
DEBKAfile riporta che Giovedi almeno cinque missili a lungo-raggio Tomahawk di produzione Statunitense hanno colpito il quartiergenerale dell'ISIS nella città di Raqqa nella Siria Settentrionale. Essendo stati lanciati/sparati dal mare - sono il primo attacco missilistico del genere/di questo tipo su di una grande base dell'ISIS in Siria.

Link: debka.com


E mentre c'è chi...in oro, ed in argento, ha intenzione di battere vera moneta...o quantomeno ci prova/proverà. Altri...più a Settentrione, ma non troppo, hanno "ben pensato" (dipende...sempre, dai punti di vista) di adottarne un'altra...

Donetsk e Lugansk adottano rublo russo


Unica moneta per tutte le operazioni finanziarie

03 settembre 2015 17:03

(ANSA) - Le due autoproclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk hanno introdotto il rublo russo come unica moneta per tutte le operazioni finanziarie. Lo rende noto l'agenzia ucraina Unian, citando rappresentanti del Donbass.

Perseguendo potenziali mire extra-regionali...

- Il modello Hub and Spoke dell’espansionismo iraniano

Negando diretti coinvolgimenti (ma non l'attuale...o futura, presenza di truppe) a combattere terroristiche entità in suolo siriano...per ora almeno, ma confermando forte assistenza e sostegno...

Isis: Putin, "no azioni militari Mosca"


Mosca sta attualmente considerando "altre opzioni"

04 settembre 2015 09:49

(ANSA) - ROMA, 4 SET - E' prematuro discutere un "diretto" coinvolgimento della Russia in azioni militari contro l'Isis, tantomeno l'adesione alla coalizione guidata dagli Stati Uniti: Mosca sta attualmente considerando "altre opzioni". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin. Per alcuni media britannici, truppe russe starebbero combattendo in Siria per il regime di Bashar al Assad. Media israeliani parlano dell'imminente apertura nei pressi di Damasco di una base russa per contrastare l'avanzata dell'Isis

Ma tuttavia, riguardo a movimentazioni di mezzi aerei e chissà cosa d'altro, eventualmente se taluni, o più (come penso) fossero cargo...ci sarà al loro interno, c'è chi rilancia aggiungendo un interessante...e direi fondamentale, particolare. Ovvero...la richiesta di sorvolo di aerei da guerra ad un Paese terzo (probabilmente la Turchia)...

Washington notes Russian military engagement in Syria

Washington nota un ingaggio militare Russo in Siria

DEBKAfile September 5, 2015, 10:23 AM (IDT)

US sources suggested Saturday that Moscow has asked at least one country bordering Syria for a window of time to fly a detachment of warplanes over its territory and into Syria – suggesting it was Turkey. They also report that US intelligence reconnaissance photos show military construction - apparently of a base for staging troops and equipment near the western Syrian port of Latakia, which is a stronghold of the Assad regime. Friday night, the White House noted that the US was following possible Russian military movements against ISIS targets in the wake of an Islamist attack on a Russian military base in Dagestan.
Tuesday, Sept. 1, DEBKAfile reported that Russia was to be the first outside power to put boots on the ground in Syria and had begun building a military base at Jablah near Latakia.


Link: debka.com

Che siano notizie vere o false, che Comunque prima o poi accadrà, o meno...aspettando "pazientemente", prima o poi lo sapremo.

Quindi...Vedremo.


Ed a quanto...chiaramente...pare, Prima che poi, secondo il segretario di stato statunitense...

Kerry warns Lavrov against Russian military buildup in Syria

Kerry avvisa Lavrov contro il rafforzamento militare Russo in Siria

September 5, 2015, 10:13 PM (IDT)

Secretary of State John Kerry on Saturday expressed US concern over reports of Russia’s increasing military build-up in Syria in a phone call to Russian Foreign Minister Sergey Lavrov.
“The secretary made clear that if such reports were accurate, these actions could further escalate the conflict, lead to greater loss of innocent life, increase refugee flows and risk confrontation with the anti-ISIL coalition operating in Syria.” The top diplomats agreed to continue their discussions on the Syrian conflict in New York later this month, the department said.
DEBKAfile was the first international publication to uncover the start of direct Russian military engagement in Syria last Tuesday, Sept. 1. A number of US publications followed up on the story three days later.


Link: debka.com

Tanto di cappello a Debka. Complimenti.

Ma..."Noi", in parte, o finanche per buona parte...se non in toto, "ma questo si vedrà", ne avevamo già preso coscienza da altre e direi, Assai più Antiche fonti. Dichiarando apertamente chiari intenti onnicomprensivi...

Isis, Gb verso attacchi aerei in Siria


Osborne: sconfiggere pure Assad.Favorevole anche leader anglicano

06 settembre 2015 03:41

(ANSA) - ROMA, 6 SET - Il governo britannico ha intenzione di lanciare attacchi aerei contro l'Isis in Siria, secondo fonti ufficiali del Sunday Times. Cameron vuole ottenere il via libera del parlamento ai raid in un votazione ai primi di ottobre. Il cancelliere britannico Osborne affermato che "una Siria più stabile e in pace" si raggiunge con la lotta al "malvagio regime di Assad e ai terroristi Isis". E anche per l'ex arcivescovo di Canterbury servono "raid aerei per schiacciare l'Isis una volta per tutte".

Et voilà...la France.

Ma pure l'Iran che da "Giusti numeri" e mirate colpe...

Is, Hollande: "Caccia francesi in Siria"


Il presidente esclude però un intervento di terra. Iran: "Stato islamico ha centomila miliziani tra Siria e Iraq"

PARIGI - La Francia invierà aerei militari in Siria. "Ho chiesto al ministro della Difesa di organizzare da domani voli di ricognizione sulla Siria, in vista di eventuali raid contro lo Stato islamico", ha detto il presidente francese François Hollande nel tradizionale incontro semestrale con la stampa.

"In Siria - ha detto Hollande davanti a circa 300 giornalisti - vogliamo sapere cosa si prepara contro di noi e cosa si fa contro la popolazione siriana. Per questo ho deciso di inviare questi aerei, in coordinamento con la coalizione". Il presidente ha escluso l'ipotesi di un intervento di terra delle truppe francesi perchè "sarebbe non conseguente e irrealista" , ha precisato il capo dell'Eliseo. "Significherebbe - ha aggiunto - trasformare un'operazione in una forza d'occupazione".

"Assad deve andar via". Poi il presidente ha rimarcato la sua posizione ostile al regime di Assad: "In Siria serve una soluzione, ma non può essere il mantenimento di Bashar al-Assad al potere". "Bashar al Assad ha sparato sul suo popolo, ha usato armi chimiche, è lui che ha rifiutato ogni discussione", ha continuato Hollande.

Continua su: repubblica.it

Intanto c'è chi "mette le mani avanti", ed anticipa possibili sviluppi, di un non lontano futuro...anzi, finanche "incombente"...

Ban: Siria, Consiglio sicurezza sia unito


Guardian, è chiaro riferimento a veti Cina e Russia

07 settembre 2015 13:02

(ANSA) - LONDRA, 7 SET - Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite deve trovare un accordo sulla Siria e "guardare oltre l'interesse nazionale" mentre si aggrava la crisi dei migranti. Lo ha detto al Guardian il Segretario Generale dell'Onu, Ban Ki moon, che secondo il giornale, si riferiva pur senza citarle a Cina e Russia e alla loro opposizione a risoluzioni contro il regime di Bashar Al Assad per risolvere il conflitto in corso.

Altrui considerazioni, su già trattate movimentazioni militari d'altri...

- Aumenta il supporto di Putin per Al Assad, Latakia centro principale delle operazioni.


A seguire la parte 189.

Nessun commento: