Post in evidenza

WIKILEAKS: VAULT 7 - parte seconda

Prosegue da questo post . Rivelando segreti..."potenzialmente, di mezz'età...e forse più in verità"... WikiLeaks beffa la...

sabato 6 ottobre 2012

Uno Stratosferico Salto nel Vuoto, a Corpo Libero

Red Bull Stratos, tutto è pronto per il lancio dalla stratosfera



Tutto è pronto per la missione Red Bull Stratos: condizioni meteo permettendo, lunedì 8 ottobre l'atleta austriaco di sport estremi Felix Baumgartner si lancerà da un pallone aerostatico posto a 36.576 metri d'altezza indossando una peciale tuta. La sfida di Baumgartner, 43 anni, è battere diversi record e diventare il primo uomo al mondo a superare la velocità del suono a corpo libero, senza la protezione di un veicolo, raccogliendo allo stesso tempo nuovi dati che possano servire alla ricerca medica

Link articolo, con video e fotogallery (15): repubblica.it

Ed ancora da space.com, la "solita" infografica, alquanto esplicativa...

Space Jump: How Daredevil's Record-Breaking Supersonic Skydive Works (Infographic)

Un Salto dallo Spazio: Quanto dev'essere/deve fare lo Spericolato un Paracadutista per Battere il Record Supersonico (Infografica)



( in inglese - space.com ).

Certo è, sempre secondo me, ci mancherebbe, che...ce ne vogliono di "palle" (""=attributi, in questo caso, penso soprattutto...Coraggio), per prodigarsi in una tale prova.

I miei più sentiti Complimenti.



Sfidando il cielo, lentamente salirài, fino a toccar le stelle.
Poi, nel Giusto Tempo, cadrai, superando...libero, barriere,
Che antichi uomini, credevano, di puro spirito.

Paolo



Ed il giusto giorno, infine, arrivò...e l'impresa...ancor più estrema di quanto preventivato, fu compiuta...

LA SFIDA

Il record a sorpresa di Baumgartner
lancio-impresa da 39mila metri




Il base jumper austriaco è il primo uomo della terra ad aver superato il muro del suono a corpo libero. Ha volato senza paracadute per quattro minuti e 15 secondi. Doveva buttarsi da 36500 metri, e invece ha deciso di stupire tutti di MATTEO PUCCIARELLI

Continua su: repubblica.it

Nessun commento: