Post in evidenza

WIKILEAKS: VAULT 7 - parte seconda

Prosegue da questo post . Rivelando segreti..."potenzialmente, di mezz'età...e forse più in verità"... WikiLeaks beffa la...

domenica 28 febbraio 2016

NOSTRADAMUS - "Le Sestine, Nuove idee, Nuove datazioni/50"

Continua da questo post.


Ed ora continuando nell'opera d'interpretazione delle profezie di MdN, voglio focalizzare l'attenzione su altre due (Eh Sì! Poiché ve ne sono diverse, fra cui...talune, come avete avuto modo di appurare, qui già interpretate...molto, ma molto interessanti, anzi, Intriganti), a mio parere, Assai Interessanti quartine della quinta centuria...la seguente è la prima:

C.V Q.93

Soubs le terroir du rond globe lunaire,
Lors que sera dominateur Mercure:
L'isle d'Escosse fera vn luminaire,
Qui les Anglois mettra à deconfiture.


Sotto il paese/terrore (lunare->) che gira il/attorno al globo (<-lunare),
(Di) co-Loro che sarà dominatore Mercurio:
L'isola di Scozia (si) farà un luminare/faro/una luce,
Che a-gli Inglesi metterà/appiccherà/porterà al crollo/alla bancarotta

Quartina "relativamente semplice" a mio parere, ma alla Luce dei Giusti tempi, da brividi.

mercoledì 17 febbraio 2016

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/199

Prosegue dalla parte 198.


"Constatando l'evidenza"...

- Dopo la Guerra Fredda la nostra epoca vive la Guerra Fantasma

Nell'incessante procedere degli eventi, c'è chi difronte al palesarsi di chiare minacce, illumina...ed offre, i propri servigi...

"La Turchia è ora in una trappola per la
resistenza di Assad e i successi dei curdi"


Konstantin Kosachev: "l'esercito russo fornirà un supporto completo a tutte le forze che si oppongono all'aggressione turca".

Continua su: lantidiplomatico.it

venerdì 12 febbraio 2016

Pubblicizzando intriganti viaggi del futuro, guardando al passato

Vacanze nello spazio,
i poster rétro della Nasa
per i viaggi del futuro



L'Esperienza delle/Attraversa le poderose Aurore di Giove


Hanno uno stile rétro ma potrebbero essere i volantini pubblicitari e poster in bella vista, tra qualche decina (o centinaia) di anni, nelle vetrine o sui siti delle agenzie di viaggio. Per scegliere tra un tuffo tra le nubi di Venere, un'immersione negli oceani sotterranei di Encelado, uno dei satelliti più interessanti di Saturno, una visita su un Marte urbanizzato e più ospitale di quanto sia ora, oppure salire sulla "giostra gravitazionale" per un "grand tour" fra i giganti gassosi del nostro Sistema solare. Ma c'è anche l'opzione extrasolare, per andare a scoprire gli esopianeti che gravitano attorno ad altre stelle. Il Jet propulsion laboratory della Nasa ha commissionato una serie di poster che immaginano, tratteggiati con colori e linee da manifesto futurista, come potrebbero essere le pubblicità che i nostri discendenti vedranno quando, passaporto spaziale alla mano, dovranno decidere dove passare le prossime ferie

a cura di Matteo Marin

Link fotogallery (13): repubblica.it

sabato 6 febbraio 2016

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/198

Prosegue dalla parte 197.


Palesando apertamente, ciò a cui "in verità", non da "oggi" si sospettava...anche se in seguito la Turchia ha smentito ufficialmente, vedremo "cosa accadrà" (se un qualcosa accadrà...ovviamente).

Russia: "Turchia prepara invasione della Siria"


Il portavoce del ministero della Difesa russo: "Ankara fornisce a terroristi armi e rinforzi". Ma governo turco smentisce: "Atto di propaganda". Primo ministro turco: "Ad Aleppo gente ridotta alla fame da forze di Assad"

Continua su: repubblica.it

giovedì 4 febbraio 2016

Nel Calcolar "Divine" Posizioni Planetarie, v'è, chi c'è Arrivato Prima...ma Molto Prima

Tavolette di argilla per calcolare posizione Giove:
Babilonesi in anticipo di 1400 anni




I Babilonesi erano in grado di calcolare la posizione di Giove nel cielo, il pianeta che accostavano al loro dio principale, utilizzando un sistema complesso di calcolo che utilizza figure trapezoidali. E lo facevano con un anticipo di 1.400 rispetto alle capacità di calcolo che sarebbero venute successivamente in Europa. La scoperta si deve a Mathieu Ossendrijver, professore di Storia della Scienza Antica alla Università Humboldt di Berlino e si è guadagnata la copertina dell'ultimo numero di Science. Ossendrijver è arrivato a questa conclusione interpretando quattro tavolette di argilla, conservate a Londra presso il British Museum. La posizione del pianeta gigante è stata calcolata in due intervalli di tempo: 60 e 120 giorni dopo dalla sua comparsa sull'orizzonte. Finora si pensava che i Babilonesi calcolassero il movimento di Sole, Luna e pianeti solo con l'aritmetica. Ma le tavolette, osserva Ossendrijver, dimostrano invece che "i Babilonesi utilizzavano la geometria in senso astratto per definire il tempo e la velocità, a differenza degli antichi Greci che usavano le figure geometriche per descrivere la posizione nello spazio fisico". Le tavolette, prosegue, "riscrivono i libri di storia dell'astronomia e rivelano che gli studiosi europei del '400 di Oxford e Parigi sono stati preceduti dai Babilonesi nell'uso della geometria per calcolare la posizione dei pianeti". Gli storici della scienza Alexander Jones, dell'università di New York, e John Steele, della Brown University, rilevano nello stesso numero di Science che la scoperta "testimonia quanto fossero brillanti gli studiosi della Mesopotamia" ed è "un contributo estremamente importante per la storia della scienza".

Link fotogallery (5): repubblica.it