Post in evidenza

PANDORA'S TIMES parte CCXLIV

Prosegue dalla parte CCXLIII . Astronomia, Geografia, Società...e più o meno adeguati Spazi e misure. Più che leciti quesiti, Geo-astro...

giovedì 29 novembre 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/70

Prosegue dalla parte 69.


La Prima Volta...

La Palestina è stata riconosciuta dall'Assemblea Generale dell'Onu Stato
non membro osservatore permanente: 138 sì, 9 contrari, 41 astenuti.

Link per gli aggiornamenti riguardo l'evento, su:
nena-news.globalist.it

Di una cosa sono rimasto sorpreso, in questa occasione...il Si, dell'Italia. È come se ci fosse...un qualcosa, che non torna/di "inspiegabile", ma la risposta, mi sfuggisse...anche Se...il "Copione"...

lunedì 26 novembre 2012

Il 2012, i Segreti dei Maya, il Governo Messicano...ed un Documentario/8

Prosegue da questo post.


La seguente...curiosa notizia, penso si addica, al tema di questa serie di post.

"Per chi volesse sentirsi...comunque, preparato"...

Russia: in vendita il kit per la fine del mondo


Redazione Online 25.11.2012, 16:46

Il kit degli articoli di prima necessità con l’etichetta “Per la fine del mondo” è in vendita nei negozi alimentari della città siberiana di Tomsk.

Nel completo ci sono una targhetta di dentificazione – un badge con un pezzo di carta dove si può compilare nome, cognome e gli altri dati; un completo con le medicine semplici, un pacco di granovsaraceno, una scatola di alici sotto olio e una piccola bottiglia di vodka. Ci sono anche un blocknotes, una matita, una scatoletta di fiammiferi, corda e sapone.

Link: italian.ruvr.ru

domenica 25 novembre 2012

PANDORA'S TIMES parte CCIII

Prosegue dalla parte CCII


Tecnologiche...Eteree, Umane Implementazioni...

Muovere le cose con la forza del pensiero? Ora si può!


Alyona Rakitina, Redazione Online 13.11.2012, 13:23

Se credete ancora che solo gli eroi dei film di fantascienza riescono a spostare gli oggetti con la forza del pensiero, è il momento di dissipare questo equivoco.

Di recente nella città giapponese di Kyoto gli scienziati di ATR hanno inventato un dispositivo di nuova generazione, che consente di gestire gli oggetti con la mente, ovunque essi si trovino.

Questo dispositivo si chiama Network Brain Machine ed è costituito da una sorta di cappello, da cui partono dei cavi sensori che leggono ogni minima oscillazione del sistema sanguigno nella calotta celebrale e interpretano gli impulsi del cervello.

Yukiyasu Kamitani dei Laboratori ATR Computational Neuroscience è sicuro che questa invenzione contribuirà a rendere la vita più facile a molti, in primo luogo anziani e le persone a mobilità ridotta:

Ci aspettiamo che Network Brain Machine Interface diventi il capostipite di una vera e propria rivoluzione dei dispositivi orientati a migliorare la qualità della vita delle persone che per vari motivi non possono muoversi. Speriamo che il nostro dispositivo possa essere utilizzato in varie strutture di riabilitazione così come a casa.

Gli esperimenti hanno dimostrato che per l’uomo è sufficiente immaginare i movimenti che produce con la mano destra o sinistra per mettere l'idea in azione.

I partecipanti al collaudo del dispositivo hanno provato l’ebbrezza di accendere o spegnere la tv e la luce in camera con la sola forze del pensiero, oppure aprire e chiudere le porte e le finestre interattive del loro pc, o far andare una sedia a rotelle nella giusta direzione.

Il meccanismo di Network Brain Machine è semplice e complesso nello stesso tempo: le informazioni sugli impulsi provenienti dal cervello, vengono lette dal dispositivo inserito nel casco e poi reinviate nel database, dove sono analizzate e trasformate nell’azione conclusiva su un determinato oggetto (ad esempio la tv), a cui è applicato uno speciale lettore.

Il problema è che per ogni singolo paziente bisogna regolare singolarmente il sistema per ridurre la percentuale di istruzioni eventualmente fraintese.

Il nostro lavoro ora si concentra proprio su questo. - nota Yukiyasu Kamitani. - Spero che ben presto saremo in grado di risolvere tutti i difetti esistenti e d massimizzare l’efficienza del sistema.

Allo stadio di sviluppo attuale, Network Brain Machine impiega da 6 a 12 secondi per trasformare le idee in azione, ma gli sviluppatori si aspettano di portare la rapidità ad un secondo in tre anni. Per ora la precisione nell`esecuzione dell'ordine è pari al 70-80%. La ATR punta ad avviare la produzione commerciale del dispositivo entro il 2020. /S

Link articolo: italian.ruvr.ru

venerdì 23 novembre 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/69

Prosegue dalla parte 68.


Inizio questo ennesimo post della serie, con una notizia che giunge dall'Egitto, che seppur sia geograficamente in Africa, a mio (ma penso non solo mio), parere...essendo confinante stretto, con uno dei luoghi...se non il più, a rischio deflagrazione del pianeta, ed essendo altresí, in particolare, visto il nuovo corso politico, pienamente implicato nella questione palestinese...più che pertinente, questa collocazione.

In futuro...se ne avrò la possibilità, al fine della più ampia comprensione dei possibili, eventi a venire, la medesima condivisione di questi spazi (anche se in parte lo sto già facendo), la riserverò a tutti quei Paesi, con chiari interessi e/o intromissioni, nella regione da me data al titolo di questa serie di post...il tutto, ovviamente, a mia discrezione.

Supremi..."Illimitati Poteri"...

Egitto: El Baradei, Morsi nuovo "faraone


Ex capo Aiea, "duro colpo a Rivoluzione", conseguenze terribili

22 novembre, 18:38

(ANSA) - IL CAIRO, 22 NOV - Il presidente egiziano Mohamed Morsi "ha oggi usurpato tutti i poteri dello Stato e si è di fatto autoproclamato nuovo faraone": lo scrive su Twitter Mohamed El Baradei, ex capo dell'Aiea e fondatore del nuovo partito al Dostour, affermando che la decisione sugli accresciuti poteri presidenziali è "un duro colpo per la Rivoluzione che potrebbe avere conseguenze terribili".

23 Novembre 2012 : inizia l’inverno arabo. Il Cairo ha il suo Satrapo

Solitamente l’inverno quello astronomico inizia il 21 dicembre, quello meteorologico il 1º di dicembre, l’inverno arabo, l’inverno delle rivoluzioni “democratiche” è iniziato il 23 novembre 2012 al Cairo in Egitto, quando il primo presidente dell’era post Moubarak ha emesso un decreto con il quale avoca a se tutti i poteri di uno stato, impedisce a chiunque di criticare, opporsi, o intralciare le sue decisioni. Un decreto che sancisce il ritorno dell’Egitto al passato, non il recente passato della dittatura di Moubarak, che per quanto tirannica, manteneva un’architettura dello stato che è stata fondamentale per la rivoluzione di alcuni mesi fa. Il decreto di Morsi eleva il presidente al di sopra di tutti: parlamento, magistratura, corte suprema, popolo. I poteri di Morsi, da questo momento non lo chiameremo più presidente, sono assoluti non deve rendere conto a nessuno, nessuno può legalmente intralciarlo.
A noi questo assetto dello stato si riconosce in una sola definizione: tirannide.

Continua su: geopoliticalcenter.com

martedì 20 novembre 2012

Toh! Forse, "Hanno Trovato Un Marziano"

"Forse...è 'Come da...facilmente presumibile...Copione'"...

Mars Mystery: Has Curiosity Rover Made Big
Discovery?

Mistero Marte: Il Rover Curiosity Ha Fatto una Grande Scoperta?
( in inglese - space.com ).

Beh! Se hanno necessità, come giusto e ovvio che sia, di alcune settimane per ulteriori analisi etc. la "certezza della conferma"...andiamo a finire, che...eventualmente, restiamo sul vago, và ad incasellarsi...più o meno, intorno alla metà fine Dicembre del corrente anno, sarebbe interessante se...in caso di conferma Eh! La rivelassero ufficialmente, intorno...se non proprio, al 21 di Dicembre.

In quel "caso", avrebbe un senso...anche la stessa profezia Apocalittica. "Un mondo finirebbe"...o per meglio dire, cambierebbe, Realmente...

Finanche...per una sola particella di vita...come noi la conosciamo.


domenica 18 novembre 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/68

Prosegue dalla parte 67.


"Pronti all'Azione"...

GAZA: NETANYAHU,
PRONTI AD ESTENDERE
OPERAZIONI


IN MANIERA SIGNIFICATIVA

18 novembre, 10:16

(ANSA) - GERUSALEMME, 18 NOV - ''Stiamo infliggendo a Hamas un duro prezzo.
'Zahal' (forze armate, ndr) ha colpito 1.000 obiettivi terroristici, e continua in questi momenti nelle proprie attivita'. 'Zahal' e' pronto per estendere le operazioni in maniera significativa''.
Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu, nella odierna seduta del consiglio dei ministri.

..."ed alle Eventuali Conseguenze", aggiungo di mio.

sabato 17 novembre 2012

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/27

Prosegue da questo post.


E puntuali, ecco le anticipazioni del nuovo...

GEAB N°69 est disponible! Katrina-Sandy :
D'un ouragan à l'autre, la fin de l'Amérique
telle qu'on l'a connue

GEAB N°69 è disponibile! Katrina-Sandy:
Da un uragano all'altro, la fine dell'America
come noi la conosciamo

(leap2020.eu)

- in francese

- in inglese

E poi, grazie alla traduzione del ilporticodipinto.it...

- in italiano

mercoledì 14 novembre 2012

"UNA STORIELLA DIVERTENTE" - Parte VI.

Prosegue dalla parte V/3.


Parte VI.


E le ore passarono e come promesso...il tardo pomeriggio, più che la serata, arrivò...e con "essi", anche l'informatore di prima mano , che...qualche ora prima, mi aveva telefonato.

Allora - gli dissi sorridendo - a quante pare ci sei riuscito finalmente.

E lui, con ghigno fra il beffardo e l'ancora affaticato mi rispose - mamma mia, non mi ricordavo che a piedi fosse così dura, non ho più il fisico per certe esperienze - poi sorrise pure lui.

Dai...su, raccontami l'impresa - replicai, sempre sorridendo.

E lui, iniziò il racconto.

Niente, mi sono trovato un paio d'ore pomeridiane tutte per me, ed ho deciso di spenderle nel mio...nostro, dubbio.

- E li, inserendomi nel racconto, gli chiesi -

E sei riuscito a scioglierlo...quel dubbio?

Lui, dopo un attimo di pensieroso tentennamento, mi rispose - No! Però, lasciami raccontare, tanto non è una storia...anzi, storiella... - un accenno di sorriso beffardo comparse sul suo volto - ...lunga.

- e continuò - ci sono andato ieri, nel primissimo pomeriggio, dopo essermi recato dai miei a fargli visita, "come ti ho accennato poc'anzi", mi sono detto..."oggi o mai più", ho ripreso l'auto, ed invece della consueta direzione a valle, direzione a monte e su che si và a vedere se uno o più dubbi, si eliminano...o uno o più, nuovi dubbi, si sommano.

Da subito...dai primi chilometri, mi resi conto che la strada era molto meglio tenuta, che da quanto mi ricordassi, addirittura, era stata asfaltata per un tratto più ampio, di quello che era nei miei ricordi di precedenti escursioni. Però, non avevo tenuto conto...non adeguatamente almeno, "del limite del mio mezzo" (e di tutte le auto, ed in parte moto, per uso "civile"...inteso, nel particolare, come cittadino)...il punto d'attacco nelle salite a forte pendenza.

Ed a quel punto, lo fermai nuovamente dal narrare, dicendogli - ho capito, davanti a quello strappo di 100 metri ricavato dal compattamento di terra, ciotolato, etc. di cui, a memoria, la pendenza è "di conseguenza" anche il punto di attacco iniziale è impossibile per un auto cittadina, pena rischiare la rottura di qualche parte meccanica, nonostante le eventuali protezioni, ti ha fatto decidere di lasciarla in quel piazzale sotto a quel dirupo e continuare a piedi - lo dissi quasi ridendo.

E lui, "con un triste sorriso...quasi disperato", nella fresca memoria replicò - l'hai capita eh! mi sa che non ho più l'età per queste cose, mi è servita a capire, che sto invecchiando - poi, rise apertamente, ed io con lui e proseguì nel racconto -

Come sai, oltre quel "limite" - riferendosi al dirupo - a circa 600/700 metri in linea retta c'è un rifugio e quella strada che costeggiando il monte scende nella valle successiva antistante...dal nostro punto di vista, ovviamente... - precisò - ...la vetta. Poi, volendo, si può scendere a valle "in qualunque punto...dipende quanto ami il rischio", basta un piede messo male e sei a valle in un attimo.

Vero! - risposi, inserendomi nuovamente nel suo racconto, ed aggiunsi - e tu hai tentato il brivido del rischio, per far prima eh! -

Rise e poi, con volto teso a cercar la giusta risposta misurando il ricordo, rispose - Sai, ci avevo pensato ma non è tanto "il rotolare a valle" che mi dava timore, ma il risalire a monte "ero già da buttare"... - mimò apertamente le virgolette - ...per un paio di chilometri scarsi, figurati se avevo voglia di risalire - ridemmo praticamente insieme.

- al che gli chiesi - insomma, sei andato a farti solo una scampagnata e non hai visto nulla? - e lui rispose - praticamente Si! Mi sono sporto sulla vallata dal versante, che...per intenderci, sta dietro al rifugio, cercando un pertugio, ove avere la migliore visione possibile, ma non si riusciva a vedere nulla, l'unica soluzione, era...è, seguire la strada e fare come quel tuo conoscente, ma ci vuole del tempo, del fiato, o il giusto mezzo, comunque...nessun dubbio tolto, ma...nessun dubbio, aggiunto. Ti sembra poco? - disse "interrogandomi", ed in pratica, terminando il breve racconto.

No-no - risposi convinto, ma frettolosamente - visto quanti ne abbiamo già in mente, mi pare sciocco non essere d'accordo. Anche se, quantomeno provare, a toglierne...alcuni almeno, sarebbe cosa buona.

In pratica, "ci salutammo lì", ripromettendoci per l'ennesima volta ormai, di tenerci aggiornati su eventuali sviluppi.

Anche se..."in verità", la mia fede nel riuscire a venirne a capo, seppur...sempre più che motivato nel farlo, iniziava a scemare.

E penso che ciò, valesse anche per lui.

Causa anche la crisi, che iniziava a far sentire parte della sua pesantezza, quell'anno non facemmo la solita cena di "fine estate" e rimandammo al tradizionale appuntamento...denso di ricorrenze, di fine anno.

Nell'intercorrere di quel periodo, nulla da segnalare, tranne i soliti elicotteri, che per certo...anche se molto più di rado, passavano da quelle parti.

Ci rivedemmo il 30 di dicembre, ma fu una tranquilla serata fra amici, nessuna novità.

Ed anche il 2010 arrivò.

Ci rivedemmo altre volte, anche nei mesi invernali a seguire.

Ma nulla. Tranne i soliti elicotteri (ed aerei), ma tuttavia sempre più radi.

Ed anche l'inverno...con un altra ricorrenza, in particolare...a me, cara, passò e giunse la primavera, ma nessuna novità.

Calma piatta.

Poi, un pomeriggio di un giorno, della passata metà di Agosto, mi giunse una sua telefonata.

Un suo...all'inizio, "misterioso" amico (di norma, tutt'altro che dedito a "sviscerare tali quesiti", ed all'oscuro della nostra ricerca...e quindi, a mio parere...ancor più attendibile), che poi si rivelò...diciamo, anche un mio, più che conoscente, gli raccontò un casuale...strano, misterioso avvistamento, proprio sopra a quella zona, che tanti dubbi, ci aveva fatto venir in mente e che, tra l'altro, allo scrivente, aveva fatto vedere sotto nuova luce, una chiacchierata da me fatta, con un altro...nostro, più che conoscente, circa un mese prima, a cui...sul momento, seppur interessante, non avevo collegato alla nostra..."Storiella Divertente".

Anche se in seguito, poi, si rivelò...oltre che "tale" (non correlato), di chiara...ed umana, spiegazione.


Continua...


PARTE VII/1.

martedì 13 novembre 2012

L'Unica Eclissi Solare Totale del 2012 - Live dall'Emisfero Sud

Per chi fosse interessato a vedere l'eclissi solare totale di domani dall'Australia, ecco i link dell'evento, con "tutto il contorno"...

Qui su space.com, o direttamente...Qui.

Occhio a scrutar, se nel giusto emisfero, apparendo d'incanto, solitario, ed errante pianeta, almeno per un istante, veder potreste.

Però, una delle tante cose...letture, che mi ha sempre affascinato, da quando ne sono venuto a conoscenza almeno, è che...

C'era una profezia, che alludeva ad un eclissi solare totale e dell'apparir dell'evidenza, in quell' occasione, di un luminoso astro...una cometa, se ben ricordo, fino ad allora sconosciuta alla totalità dei più, poiché la luminosità solare, ne precludeva la visione.

Questo evento era da alcuni atteso per l'eclissi del 1999, ma...che io sappia, non è avvenuto, chi sa, se il finir del 2012, renderà gloria a tal profezia, ed al suo creatore.


L'EVENTO.

Nella Versione in lingua italiana...

Eclissi di sole in Australia




Nel nord-est dell'Australia decine di migliaia di persone hanno ammirato un'eclissi totale di sole. Il fenomeno è durato solo un paio di minuti: il sole è stato ridotto a un cerchio luminoso, è calata l'oscurità e uccelli e insetti, spaventati, hanno smesso di fare rumore. Anche la temperatura è scesa. Secondo il governo del Queensland, ad assistere allo spettacolo sono arrivate 50-60.000 persone, fra le quali 1.200 ricercatori giapponesi. Erano 1.300 anni che nella zona non si verificava un'eclissi totale. L'ultima in assoluto risaliva all'11 luglio del 2010, quando il sole fu oscurato dalla luna nel Pacifico meridionale. La prossima è prevista il 20 marzo del 2015 sopra l'Islanda, le isole Far Oer e l'arcipelago delle Svalbard Link articolo con fotogallery (15): repubblica.it

...e nella versione, con più ampia fotogallery, in lingua inglese...

Total Solar Eclipse of 2012 (Photo Gallery)

Eclissi Solare Totale del 2012 (Foto Gallery)


Eclissi Solare Vista dall'Osservatorio Solare Dinamico della NASA
Credit: NASA/SDO (via Twitter as @NASA_SDO)


Link fotogallery (27): space.com

Sempre...Ovunque e Comunque, un Grande Spettacolo.

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/67

Prosegue dalla parte 66.


Temporalmente Indefiniti, Sconfinamenti Iraniani...

Arabia Saudita accusa
Iran sconfinamenti


Riad ha denunciato violazioni territoriali alle Nazioni Unite

12 novembre, 19:00

(ANSA) - BEIRUT, 12 NOV - L'Arabia Saudita ha denunciato alle Nazioni Unite violazioni territoriali da parte dell'Iran, affermando tra l'altro che elicotteri iraniani hanno sorvolato un giacimento di gas saudita. Lo ha detto al quotidiano saudita Okaz l'ambasciatore alle Nazioni Unite, Abdullah Moallimi, senza precisare quando tali episodi sarebbero accaduti. (ANSA).

mercoledì 7 novembre 2012

"Sbiaditi Ricordi di un Futuro Diverso"

La vita nelle colonie spaziali,
così la disegnavano negli
anni '70




Negli anni '70 non sembrava così lontano il futuro. Osservare oggi questi disegni sembra davvero di aprire un libro illustrato di fantascienza, invece sono il risultato di studi della Nasa: i "Summer studies", progetti che l'Ames research center realizzò con la collaborazione di artisti grafici per ipotizzare una futura colonizzazione spaziale. Immaginare la vita oltre il nostro pianeta, attorno alla terra prima (come avviene già, in parte, sulla Stazione spaziale internazionale) e poi nello Spazio più lontano, all'interno del nostro sistema solare. Così si pensava la colonia spaziale, dentro gigantesche ellissi tubolari o lunghi cilindri fluttuanti nello Spazio interplanetario, nei quali ricreare atmosfera, ecosistemi e condizioni di vita simili (magari migliori) di quelle sul nostro pianeta. Prospettive che ora, molto più di 40 anni fa, sembrano assai lontane. Foto NASA Ames Research Center

(a cura di Matteo Marini)

Link articolo con fotogallery (10): repubblica.it

È Vero! Che Ricordi...

Ricordi...di un bambino sognante davanti alla tv, ed a svariate riviste, che vedeva...in quel futuro...il suo futuro.

Ma il futuro, ora sappiamo, non è andato così...non era quello.

Ma chissà...per alcuni, magari, è stato realmente tale...se non addirittura, superiore, allo stesso "Sogno".

Chissà.

martedì 6 novembre 2012

"Il Giorno Più Lungo"

Ed il giorno atteso da quattro anni, è infine giunto e "le urne", daranno finalmente, ed ancora una volta, il Giusto verdetto del popolo votante.

Usa: Election Day, per gli americani e' il
giorno piu' lungo


06 Novembre 2012 - 09:18

(ASCA) - Roma, 6 nov - Oggi inizia la resa dei conti,
l'Election Day. Sara' il giorno piu' lungo per il popolo
americano, che scegliera' il proprio Presidente a
quattro anni dalla ''rivoluzione Obama'', il primo
uomo di colore a salire ai vertici della Casa Bianca
nella storia degli States, e rinnovera' la Camera dei
Rappresentanti, un terzo del Senato e undici
governatori.

Dopo gli ultimi appelli al voto lo spoglio e' partito intorno alla mezzanotte a Dixville e in New Hampshire: le prime dieci cartelle scrutinate hanno decretato un pareggio, ribadendo il testa a testa che si profilava alla vigilia.

I due candidati si sono rivolti ieri per l'ultima volta ai propri elettori. Per il suo ultimo comizio Barack Obama ha scelto l'Iowa e Des Moines, dove tutto era iniziato nel 2008.

Mitt Romney, invece, per concludere il tour de force elettorale ha deciso di recarsi in New Hampshire.

''Domani continueremo a far andare avanti il Paese, finiremo quello che abbiamo iniziato'', ha dichiarato Obama guardando in volto i propri sostenitori. ''Abbiamo fatto reali progressi in questi quattro anni, ma il nostro lavoro non e' finito: la nostra battaglia per il cambiamento prosegue. Mi conoscete, potete non essere d'accordo sulle mie decisioni, ma sapete che dico la verita' e che mi batto per voi''.

''Domani celebreremo la vittoria', sara' un nuovo inizio'', la replica di Romney. ''Obama ha promesso molto e non ha mantenuto le promesse: non si e' concentrato sul creare lavoro, si e' concentrato sull'Obamacare. Abbiamo giorni migliori davanti a noi e inizieremo a lavorare'', ha aggiunto l'ex governatore del Massachusetts, sottolineando come le misure implementate dall'Amministrazione abbiano ''fatto male all'economia'' del Paese. ''Io so come cambiare il corso del nostro paese e della nostra economia. Il vero cambiamento non e' una cosa di cui parlo solamente, ma e' una cosa che ho gia' fatto''.

Al termine di una maratona elettorale durata ben 18 mesi e centinaia di manifestazioni costate circa 3 miliardi di dollari, questa mattina alle 6 (ora locale), In Virginia e New Hampshire apriranno i primi seggi, quando in Italia saranno le 12. Sulla West Coast, la California accogliera' i propri elettori quattro ore piu' tardi. Ad Est la chiusura avverra' alle 18 (mezzanotte in Italia). Alle 19 si avra' invece la prima chiusura significativa, in Virginia, uno degli Stati-chiave, il cui verdetto dara' una prima indicazione sull'esito della 'corsa'.

Mezz'ora dopo chiuderanno i seggi in North Carolina e Ohio, dove nessun repubblicano e' mai arrivato alla Casa Bianca senza conquistarlo. Solo alle 20 (le 2 di notte in Italia) chiuderanno i seggi in Florida e nella gran parte degli Stati sulla East Coast, quando ad Ovest le somme verranno tirate tre ore piu' tardi.

Ad indicare i primi risultati saranno tutti i grandi network come la Abc, la Cbs e la Nbc, sommati allle reti via cavo: Cnn e Fox. I primi exit poll saranno condotti su campioni di 25 mila elettori.

Barack Obama e Mitt Romney tenteranno di conquistare i cosiddetti 'swing states', gli stati in bilico che oscillano tra un partito e l'altro: Colorado, Florida, Iowa, North Carolina, New Hampshire, Nevada, Ohio, Pennsylvania, Virginia e Wisconsin.

Le elezioni si vincono conquistando i grandi elettori di ciascuno stato, per un totale complessivo di 538: ad un candidato e' necessario conquistarne almeno 270 per aggiudicarsi la Casa Bianca.

Gran parte degli Stati Uniti hanno adottato un sistema maggioritario, definito il 'winner takes all'. Hanno fatto eccezione il Nebraska e il Maine, che hanno optato per un sistema proporzionale.

L'Ohio sara' l'obiettivo di entrambi i candidati. A darne conferma e' la storia: nessun presidente repubblicano e' stato mai eletto senza vincere nello stato del Mid West, e nessun presidente in generale e' stato eletto dal 1960 a oggi senza essersi aggiudicati i suoi diciotto voti elettorali.

Le elezioni Usa saranno seguite da milioni di spettatori in tutto il mondo e con particolare attenzione dall'Estremo Oriente. Pechino si sta preparando ad un eventuale cambio di poltrona a Washington, nella sua veste di maggiore creditore internazionale nei confronti delle casse americane. Per la Cina una riconferma di Obama rappresenterebbe una passivita' da tutelare nel ''gioco'' del mercato delle valute e di un ampio interscambio commerciale tra i due Paesi, mentre un nuovo presidente ai vertici dell'economia piu' grande del mondo - spiegano gli analisti - potrebbe turbare gli investitori asiatici e ridefinire le dinamiche di un G2 oramai consolidato agli occhi dei partner globali. rba/mau

Link articolo: asca.it

Ed ora, sempre da fonte italiana, un link con molti articoli di aggiornamento, a tutto campo...

Obama-Romney, l'America al voto
Per gli Usa elezioni sul filo di lana


Urne aperte per decidere chi sarà l'inquilino della Casa Bianca nei prossimi quattro anni. Grandissima incertezza sui risultati. Comizi e appelli fino all'ultimo minuto per conquistare gli indecisi

Continua su: repubblica.it

Ed il Verdetto Elettorale, giunse...

Tenere Affettuosità Famigliari...

L'abbraccio tra Michelle
e Barack:
la foto più
condivisa di sempre


I Commenti Internazionali...e le Sfide...Nazionali, ed Internazionali, del suo "secondo mandato" (e oltre)...

Le reazioni dal mondo
Merkel: 'Insieme contro
crisi'


07 novembre, 09:36

Continua su: ansa.it

E ADESSO, LA STORIA

Il 2012, i Segreti dei Maya, il Governo Messicano...ed un Documentario/7

Prosegue da questo post.


Beh! Lasciando finire quest'anno, che di cose interessanti, in poco meno di due mesi, ne possono accadere in quantità, sia di nefaste, che auspicabili...ed epocali, "a partire da oggi".

Anche se, riguardo al finir del mondo "in data certa", avevo ben chiaro fin dal penultimo decennio del secolo scorso, che nulla di definitivo sarebbe accaduto...causa eventi naturali, in quella...ormai prossima, data.

Seppur...Per mano umana...mano sul fuoco, non avrei messo, ne...tuttora, metterei.

Penso che...in ogni "caso", il futuro..."nel bene e nel male", nel 2013, ed oltre, ha in se una immensità di sfide, conoscenze più o meno velate, ed incognite globali...da svelare, che sicuramente non ci annoieremo, sia nel leggere...o chi vorrà, nello scrivere su di esse.

Fine 2012, ed eventuali Imprevisti, Permettendo...Ovviamente.


sabato 3 novembre 2012

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte XXXIV

Prosegue dalla parte XXXIII.


E se, video russo del precedente post e quindi, gli eventi in esso narrati, fossero pura realtà?

E se, il presunto dispaccio nei files di Wikileaks, reso di pubblico dominio, dal sito eutimes.eu, rispondesse anch'esso alla realtà e quindi, al corretto...ma coperto, svolgimento degli eventi?

Due articoli correlati, dalla medesima fonte. Questo è il primo...

UFO War in Antarctica:
fact or fiction?

Guerra agli UFO in Antartico: fatto o finzione? ( in inglese - news.exopoliticsinstitute.org ).

E il seguente è il secondo...

Kettler defends alien UFO war claims – Truth Teller or
Disinformation Asset?

Kettler difende le affermazioni sulla guerra con gli UFO alieni - Racconta la Verità o Fà Disinformazione?
( in inglese - news.exopoliticsinstitute.org ).

venerdì 2 novembre 2012

Nostradamus, i Maya e gli altri. Nel segno della premonizione



Secondo uno studio, l'uomo potrebbe essere in grado di prevedere, adattarsi e reagire a un fenomeno incombente, come se avvertisse cosa sta per accadere. Un team accademico che ha rilevato la consistenza di misurazioni fisiologiche in 26 soggetti. E forse, i grandi indovini e profeti della Storia utilizzavano inconsciamente proprio questa abilità. Da Nostradamus a Maometto fino ai Maya del calendario, ecco alcuni esempi storici di persone che provavano a guardare "oltre".

Link articolo e fotogallery (7): repubblica.it

Insomma...

"Se non l'Estrema concentrazione del Meditar,
pur nella bramosia di conoscer futuri eventi e Completamente Assorto(i) in tal Pensiero,
Può...Poté, la Paura".

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/66

Prosegue dalla parte 65.


"Elitarie Richieste, dai Nefasti Precedenti"...

La Turchia chiede il dispiegamento dei Patriot NATO


In questi mesi di guerra in Siria il quotidiano turco Hurriyet news si è affermata come una testate giornalistiche meglio informate dell’area mediorientale. Oggi sulle colonne di Hurriyet news trova spazio una interessante notizia che parla della richiesta in sede NATO, dei vertici militari e politici turchi, riguardante l’invio di alcune batterie di missili Patriot a difesa di installazioni strategiche sul suolo turco. La notizia, come rumors, era già nell’aria da diversi giorni, ma la pubblicazione particolareggiata della richiesta su Hurriyet news di questa informazione lascia presupporre che l ‘arrivo delle batterie Patriot dall’Europa sia imminente.

Continua su: geopoliticalcenter.com