Post in evidenza

PANDORA'S TIMES parte CCXLIV

Prosegue dalla parte CCXLIII . Astronomia, Geografia, Società...e più o meno adeguati Spazi e misure. Più che leciti quesiti, Geo-astro...

giovedì 30 settembre 2010

PANDORA'S TIMES parte LXV

Prosegue dalla parte LXV.


Nuovo Ordine Mondiale.

LE BANCHE DI TUTTO IL MONDO CROLLERANNO! SIATE PRONTI

DI MATTHIAS CHANG
globalresearch.ca

Il crollo globale della moneta a corso forzoso

I miei lettori ricorderanno di averli già avvisati nel dicembre 2006 che le banche di tutto il mondo sarebbero crollate quando lo Tsunami Finanziario avrebbe colpito l ’economia globale nel 2007. E il resto, come si dice, è storia.

Il Quantitative Easing (detto anche alleggerimento quantitivo) portato avanti dal Presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, ha posticipato soltanto di poco più di 18 mesi la fine inevitabile del sistema bancario basato sulla moneta fantasma a corso forzoso.

E’ questa la ragione per la quale nel novembre 2009 ero così sicuro nel mettere in guardia i miei lettori che entro la fine del primo trimestre del 2010 o, al massimo, entro il secondo trimestre del 2010, l ’economia globale sarebbe andata in tilt. I recenti allarmi sul rallentamento dell’economia americana e le parole di Bernanke secondo cui “il recente ritmo di crescita è meno sostenuto di quanto ci aspettassimo ” non hanno fatto altro che convalidare la mia analisi. Bernanke ha comunicato che le prospettive sono incerte e che l ’economia “rimane vulnerabile a repentini sviluppi”.

Ovviamente le parole di Bernanke non rivelano la reale portata dei timori che stanno assalendo i banchieri centrali e le élite finanziarie che si sono riunite nell ’incontro annuale a Jackson Hole, in Wyoming. Ma vi posso garantire che erano molto preoccupati.

Perché?

Sarò sincero e schietto. I “repentini sviluppi” a cui si riferiva Bernanke sono il crollo delle banche mondiali. Questo è un modo di dire della FED e, per chi si trova nel cerchio della morte, si tratta di una terribile avvisaglia. Tantissimi rinomati economisti hanno valutato in modo errato l ’obiettivo e le conseguenze del quantitative easing. Gli uffici stampa dei banchieri centrali e i media di tutto il mondo hanno ingannato la gente dicendo che il QE consentirà alle banche di prestare fondi alle società assetate di denaro e far ripartire di slancio l ’economia. Il regime con un basso tasso di interesse spingerebbe tutti quanti a richiedere prestiti, consumare ed investire.

Questa era la favoletta.

Continua su : comedonchisciotte.org


MEDIO ORIENTE - LIBANO

"Preparativi...a motivazioni, pronte ad incendiare l'intera regione "...

Hizballah mobilizies for a coup in Beirut, backed by Iran and Syria
HEZBOLLAH SI MOBILITA PER UN COLPO DI STATO A BEIRUT, SPALLEGGIATO DA IRAN E SIRIA...
( in inglese - debka.com ).

LIBANO: SALE TENSIONE TRA HARIRI E HEZBOLLAH SU SENTENZA TRIBUNALE ONU

(ASCA-AFP) - Beirut, 22 set - Il governo libanese invita i partiti alla calma e al dialogo, per evitare che si verifichino nuove violenze settarie a causa delle crescenti tensioni tra il primo ministro Saad Hariri e Hezbollah.

Le incomprensioni tra i due sono legate a un'inchiesta del tribunale delle Nazioni Unite sull'assassinio di Rafiq Hariri, padre di Saad, che e' morto nell'esplosione di una bomba nel 2005.

Secondo il tribunale, Hezbollah sarebbe implicato nell'omicidio.

Il gruppo ha subito respinto le accuse, dicendo che non stara' a guardare mentre i suoi membri vengono incolpati, e che la sentenza del tribunale fa parte del complotto israeliano contro Hezbollah.

''Il governo insiste sulla necessita' di porre fine alla guerra mediatica per proteggere le istituzioni dello Stato e per riaprire il dialogo'', ha detto il ministro dell'Informazione Tarek Mitri. red/cam/alf


ISRAELE

Mo: palestinese ucciso, scontri

Israeliano sarebbe caduto in un'imboscata, forte tensione

22 settembre, 11:23

(ANSA) - GERUSALEMME, 22 SET - Incidenti nel rione palestinese di Silwan dopo che un uomo di 35 anni e' stato ucciso da un guardiano israeliano, poi arrestato. Il guardiano sarebbe caduto in un'imboscata, circondato da 3 dimostranti armati di coltelli avrebbe sparato a terra e poi ad altezza uomo. Gli scontri sono in corso, la tensione e' molto forte. Il quartiere di Silwan e' un punto di frizione fra i palestinesi di Gerusalemme est e le autorita' israeliane per la presenza di un piccolo insediamento ebraico.

Gerusalemme, polizia in spianata moschee

Azione dopo lancio di sassi da manifestanti palestinesi

22 settembre, 16:25

(ANSA) - GERUSALEMME, 22 SET - La polizia israeliana e' entrata nella Spianata delle moschee a Gerusalemme est. L'azione e' stata compiuta in seguito a ripetuti lanci di sassi da parte di manifestanti palestinesi, seguiti all'uccisione, stamani, di un palestinese da parte di un guardiano israeliano.

Barak, scettico sull’effetto delle sanzioni all’Iran, non esclude l'intervento armato

VICINO ORIENTE. ISRAELE E LA STRATEGIA DELLA TENSIONE.
( rinascita.eu ).


IRAN

Altalenanti tensioni, fra "pesanti" e "complottistiche" dichiarazioni di Ahmadinejad...e meditati "ripensamenti" russi...

NAZIONI UNITE

Ahmadinejad: Netanyahu è un killer
"La bomba atomica non ci interessa"

L'Iran e il suo programma nucleare oggi al summit dell'Onu. Timori per l'atteso intervento del presidente iraniano che in un'intervista alla Cnn attacca il premier israeliano: "È un assassino professionista"

NEW YORK - L'Iran e il suo controverso programma nucleare sono oggi al centro del summit alle Nazioni Unite. Molto atteso l'intervento del presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, anche se si temono nuove minacce nei confronti di Israele. A margine dell'Assemblea generale, parlando con la Cnn, Ahmadinejad ha annunciato le sue posizioni sostenendo che un ordigno nucleare "non sarebbe utile" al suo Paese e ha definito Netanyahu "killer professionista". I 27 membri dell'Ue, ha spiegato ieri il ministro degli Esteri, Franco Frattini, sono pronti a una "reazione coordinata", ad alzarsi e ad abbandonare l'Assemblea se il presidente iraniano pronuncerà "frasi inaccettabili".

Continua su : repubblica.it

Obama apre all'Iran, ma Ahmadinejad attacca: l'11/9 fu un complotto
"Una cospirazione a favore dei sionisti", le delegazioni occidentali lasciano la sala Onu

24 settembre, 05:09
(di Emanuele Riccardi)

NEW YORK - All'Onu il presidente Usa Barack Obama socchiude una porta invitando ancora una volta al dialogo il presidente iraniano, ma Mahmud Ahmadinejad gliela sbatte in faccia, accusando gli Usa di avere ordito un complotto, l'11 Settembre, per salvare l'economia in declino e l'odiato ''regime sionista'', cioe' Israele. La parole di Ahmadinejad, dal sapore palesemente anti americano e dai toni chiaramente antisemiti, provocano immediatamente le reazioni degli occidentali. Guidate dagli Stati Uniti le delegazioni europee, Italia compresa, lasciano la sala del Palazzo di Vetro. La giornata si era aperta con toni concilianti. Obama aveva detto che per l'Iran, ''la porta rimane aperta alla diplomazia se Teheran scegliera' di attraversarla'' e ha ricordato che gia' ''l'anno scorso avevo offerto una mano tesa alla Repubblica Islamica dell'Iran''. Anche se in un'intervista tv il presidente ha prospettato una ripresa rapida del dialogo sul nucleare, le parole di Ahmadinejad sul complotto dai sapori sionisti dietro alle oltre 3.000 vittime delle Torri Gemelle e del Pentagono sono state interpretate come una chiara provocazione, una chiusura totale.
Secondo il presidente iraniano, accanto alla teoria ufficiale di un attacco terroristico ce n'e una che si potrebbe definire un complotto. ''Alcuni segmenti all'interno del governo Usa - spiega Ahmadinejad - hanno orchestrato gli attacchi per rilanciare l'economia americana in declino e le sue estensioni in Medio Oriente, per salvare il regime sionista''. Ahmadinejad si e' detto convinto che ''la maggioranza del popolo americano, com'anche una maggioranza di nazioni e di politici intorno al mondo condividono questa visione''. Gia' subito dopo gli attacchi all'America ci fu un proliferare di teorie 'negazioniste' e 'cospirative': ne e' stato capofila il francese Thierry Meissan, che a riguardo ha scritto ben due libri, diventati best seller. Sul Medio Oriente, e in particolare su Israele che Ahmadinejad insiste col chiamare, con toni sprezzanti, ''l'entita' sionista'', continua a pronunciare parole inaccettabili per Paesi occidentali, Usa in testa. Al Larry King Show della Cnn Ahmadinejad ha definito il premier israeliano Benyamin Netanyahu ''un esperto assassino'' che dovrebbe ''finire in tribunale per avere ucciso donne e bambini'', mentre di fronte all'Assemblea Generale spiega che ''il regime sionista ha commesso i piu' orribili crimini'' contro i palestinesi. Completamente diversi i toni di Obama. ''Sono convinto'' che il premier israeliano Benyamin Netanyahu e il presidente palestinese Abu Mazen ''hanno il coraggio'' di raggiungere la pace, ha detto l'inquilino della Casa Bianca, prospettando - se le cose andranno come da lui auspicate - la presenza di un 193/o Stato dell'Onu l'anno prossimo all'apertura della 66/a Assemblea Generale: la Palestina, con frontiere in comune con Israele. Con una frecciata palesemente diretta ad Ahmadinejad, che a piu' riprese ha prospettato la distruzione di Israele, Obama ha infine spiegato che chi appoggia l'esistenza di una Palestina indipendente, ''deve smettere di tentare di distruggere Israele. Deve essere a tutti chiaro che qualsiasi sforzo per scalfirne la legittimita' si scontrera' con l'opposizione incrollabile degli Stati Uniti''.

Link articolo : ansa.it


IRAN: LA RUSSIA NON VENDERA' I MISSILI S-300 A TEHERAN

(ASCA-AFP) - Mosca, 22 set - La Russia ha deciso che non vendera' a Teheran i missili S-300, rispettando le sanzioni imposte dalla comunita' internazionale. Lo ha fatto sapere il capo di Stato Maggiore delle forze armate russe Nikolai Makarov. red/cam/alf

TE LI DO IO GLI S-300.


GAZA

Mo: ucciso pescatore palestinese

Da Gaza razzo verso citta' Ashkelon

24 settembre, 11:34

(ANSA) - GAZA, 24 SET - Sale la tensione al confine fra la striscia di Gaza ed Israele: un pescatore palestinese sarebbe stato ucciso da una motovedetta israeliana. L'episodio - riferito da fonti palestinesi - riguarda un giovane di 20 anni la cui imbarcazione si sarebbe spinta nel nord della striscia di Gaza, in una zona preclusa dalla marina israeliana. Sempre oggi miliziani palestinesi hanno sparato un razzo dal nord della striscia di Gaza in direzione della vicina citta' di Ashqelon.


FRANCIA

TERRORISMO: FRANCIA, ALLARME CAPO POLIZIA SU SERIA MINACCIA ATTACCO

(ASCA-AFP) - Parigi, 22 set - Il capo della polizia francese si aggiunge alla lunga lista di quanti mettono in guardia per l'imminente minaccia terroristica che potrebbe colpire la Francia.

Frederic Pechenard, direttore generale della polizia, ha fatto sapere che sono state moltiplicate le misure di sicurezza. ''Non voglio impaurire le persone ma fonti attendibili ci hanno fornito le prove di un serio rischio di attacco''.

Pechenard ha detto che le autorita' sono preoccupate per possibili attentati contro personaggi pubblici o contro i luoghi affollati come le stazioni della metro e i trasporti pubblici.

Una settimana fa il capo dell'intelligence (DCRI), Bernard Squarcini, aveva dichiarato che la minaccia di un attacco sul suolo francese non e' ''mai stata cosi' grande''. red/cam/alf


Economia.

USA: FED, RIPRESA HA RALLENTATO. PRONTI AD INTERVENIRE SE NECESSARIO

(ASCA-AFP) - Washington, 21 set - La Federal Reserve e' pronta ad intervenire se la ripresa economica degli Stati Uniti dovesse ulteriormente rallentare. E' quanto si legge nel comunicato diffuso al termine della riunione del Federal Open Market Committee che ha deciso di mantenere i tassi d'interesse fermi tra zero ed un quarto di punto.

''Il tasso della ripresa della produzione e dell'occupazione ha rallentato negli ultimi mesi'' ha rilevato la Fed avvertendo che la crescita sara' ''modesta nel breve termine''.

Per questo il Comitato '' continuera' a monitorare le prospettive e conomiche e gli sviluppi finanziari ed e' pronto a garantire ulteriori misure espansive, qualora fosse necessario, per supportare la ripresa economica''.

Da rilevare che il rappresentante della Federal Reserve del Kansas, Thomas Hoenig, ha nuovamente votato contro la decisione della Fomc sui tassi perche', a suo avviso, un livello cosi' basso degli interessi potrebbe creare sbilanciamenti col passare del tempo. fgl/fgl/alf

Irlanda, record rischio default

Vola premio rendimento

22 settembre, 12:14

(ANSA) - ROMA, 22 SET - Torna sotto forte pressione l'Irlanda, dove i timori per la tenuta dei conti e dei bilanci bancari fanno salire il rischio di default. Il rischio sale a nuovi record, mentre si avvicinano al massimo storico anche i premi di rendimento. I credit-default swap sul debito irlandese, contratti con cui si puo' scommettere sul rischio d'insolvenza, salgono oggi di 24,5 punti al livello record di 465. Torna sopra i 400 punti, vicino al record, lo 'spread'.


A seguire la parte LXVI.

SCOPERTO PIANETA SIMILE ALLA TERRA, POTENZIALMENTE ABITABILE E DISTANTE 20 ANNI LUCE

ASTRONOMIA / Scoperto pianeta simile alla Terra, potenzialmente abitabile e distante 20 anni luce

ASTRONOMIA – Un team di “cacciatori di pianeti” guidato da astronomi dell’Università della California di Santa Cruz e dal Carnegie Institution di Washington ha annunciato la scoperta di un pianeta simile alla Terra per massa e dimensioni, e orbitante attorno alla propria stella in posizione tale da consentire l ’esistenza di acqua liquida.

Se la scoperta venisse confermata da altri istituti di ricerca astronomica, si tratterebbe del pianeta più simile alla Terra mai scoperto, e IL PRIMO CASO DI PIANETA POTENZIALMENTE ABITABILE.

Un pianeta “potenzialmente abitabile” è un pianeta in grado di sostenere la vita, ma non necessariamente ospitale per l ’essere umano o per le forme di vita terrestri. L’abitabilità deriva da diversi fattori, ma l’acqua liquida e un’atmosfera adatta sono gli elementi più importanti.

“LE NOSTRE SCOPERTE MOSTRANO UN CASO DI PIANETA POTENZIALMENTE ABITABILE” afferma Steven Vogt, professore di astronomia e astrofisica a Santa Cruz. “IL FATTO CHE SIAMO STATI IN GRADO DI RILEVARE QUESTO PIANETA COSÌ VELOCEMENTE E COSÌ VICINO A NOI CI DICE CHE PIANETI COME QUESTO DEVONO ESSERE DAVVERO MOLTO COMUNI ”.

La scoperta è stata resa possibile dagli scorsi 11 anni di osservazioni e raccolta dati all ’osservatorio di W.M. Keck delle Hawaii. “Tecniche avanzate combinate con telescopio terrestri continuano a guidare la rivoluzione dei pianeti extrasolari ” afferma Paul Butler del Carnegie Institution. “La nostra abilità di scoprire mondi potenzialmente abitabili è limitata soltando dal tempo dedicato all’ uso del telescopio”.

Gli astronomi hanno scoperto due pianeti attorno alla nana rossa Gliese 581, portando il numero di pianeti attorno alla stella a sei, e rendendo questo sistema planetario il più popolato mai scoperto (oltre, ovviamente, al nostro). Questa stella si trova a circa 20 anni luce da noi, nella costellazione della Bilancia, relativamente vicino a noi quindi.

Tra questi due pianeti, il più interessante è Gliese 581g, con una massa pari a 3-4 volte quella della Terra ed un periodo orbitale pari a meno di 37 giorni. La sua massa indicherebbe che si tratta di un pianeta roccioso, con una superficie ben definita e con sufficiente gravità da trattenere una qualche forma di atmosfera.

In realtà aleggiavano da tempo sospetti che questo pianeta potesse essere presente nel sistema solare esaminato, che contiene già due pianeti al limite della zona Goldilocks,la zona abitabile in cui è possibile la presenza di acqua liquida. “Avevamo pianeti su entrambi i lati della zona abitabile, uno troppo caldo e l’altro troppo freddo, e ora ne abbiamo uno proprio nel mezzo, e sembra essere buono [nella temperatura ]” dice Vogt.

Il pianeta Gliese 581g mostra sempre la stessa “faccia” alla sua stella. Ha quindi un emisfero sempre illuminato, ed un altro costantemente nell’oscurità. Questo contribuirebbe a creare un clima superficiale stabile, e una zona abitabile su pianeta in corrispondenza del “terminatore”, la linea che separa la superficie illuminata da quella al buio.

“ Una forma di vita emergente potrebbe avere una vasta gamma di climi stabili da scegliere per evolversi, dipendentemente alla sua longitudine ” spiega Vogt.

La temperatura superficiale media stimata all’altezza del terminatore si aggira tra i -12 e i -31°C, mentre i lati illuminato e oscuro sarebbero rispettivamente molto più caldo o freddo.

Se il pianeta è composto da roccia simile a quella terrestre, potrebbe avere un diametro di 1,2-1,4 volte quello del nostro pianeta, con una gravità simile (pari o di poco superiore) alla nostra.

“E’ davvero difficile rilevare un pianeta come questo” afferma Vogt. “Ogni volta che misuriamo la sua velocità è sera, e sono state necessarie più di 200 osservazioni con una precisione di 1,6 metri al secondo per rilevarlo ”.

La scoperta NON SOLO RILANCIA la ricerca di pianeti Earth-like, ma FA BEN SPERARE DI TROVARNE MOLTI DI PIÙ DI QUANTO FOSSE STATO PREVISTO IN PRECEDENZA.

“ Se questi pianeti sono rari, non ne avremmo trovato uno così velocemente e così vicino. IL NUMERO DI SISTEMI CON PIANETI POTENZIALMENTE ABITABILI È PROBABILMENTE NELL'ORDINE DEL 10-20%, e quando moltiplichiamo questo dato per le centinaia di miliardi di stelle nella Via Lattea, È UN NUMERO DAVVERO IMPONENTE. CI POTREBBERO ESSERE DECINE DI MILIARDI DI QUESTI SISTEMI SOLO NELLA NOSTRA GALASSIA ”.

Daniele Bagnoli


Link articolo : direttanews.it


( Il maiuscolo è mio, con il fine di evidenziare ).

E questo, a mio parere, è un buon motivo per nominare un'ambasciatrice ( per il momento "segreta" )...

Oppure no ?


Ed ancora...

A Million Questions About Habitable Planet Gliese 581g (Okay, 12)
UN MILIONE DI DOMANDE A RIGUARDO DEL PIANETA ABITABILE GLIESE 581g ( Le Risposte, a 12 )...
( in inglese - space.com ).

E poi, tratto dall'articolo qui sopra, pongo in evidenza quest'altro di marzo del corrente anno...

Life-Enabling Molecules Spotted in Orion Nebula
MOLECOLE ABILITANTI LA VITA OSSERVATE NELLA NEBULOSA DI ORIONE...
( in inglese - space.com ).

Orione...

Mi ricorda qualcosa.


Finirà così...

E finalmente, dopo decenni da quella scoperta e dall'invio di un messaggio verso quel pianeta, così vicino, ma allo stesso tempo lontanissimo...arrivo la risposta...

"Ancora voi...Ma allora siete tonti...ma non avete capito, che non vogliamo essere disturbati".


Aggiornamento...

Earth-Sized Alien Planets May Be Surprisingly Common, Study Suggests
I PIANETI ALIENI DI TAGLIA SIMILE ALLA TERRA POSSONO ESSERE SORPRENDENTEMENTE COMUNI, SECONDO UNO STUDIO
( in inglese - space.com ).

E se sono così comuni, penso che "presto", avremo "liete" novità.


Ed inoltre...

Buckyballs abound in space
I FULLERENI ABBONDANO NELLO SPAZIO
( in inglese - newscientist.com ).


Icy Red Objects at Solar System's Edge May Point to Life's Building Blocks
GLI OGGETTI ROSSI E GHIACCIATI DELL'ETÀ DEL SISTEMA SOLARE POSSONO INDICARE LA PRESENZA DEI MATTONI ALLA BASE DELLA VITA
( in inglese - space.com ).

Da cui pongo in evidenza,
questa immagine esemplificativa.


Quindi, da quanto si dice in questo articolo, gli ingredienti base per la vita...

Sono tutti intorno a noi.

Che dite.

Interessante. Vero ?

RICOSTRUITO IL "MIRACOLO" IL VENTO APRÌ IL MAR ROSSO

STORIA

Ricostruito il "miracolo"
il vento aprì il Mar Rosso

Uno studio Usa sulla fuga degli ebrei dall'Egitto:
"Fortissime raffiche crearono un ponte di terra".
La ricerca basata su misurazioni satellitari e analisi di reperti archeologici

dal nostro corrispondente ENRICO FRANCESCHINI

LONDRA - "Mosè stese la sua mano sopra il mare e il Signore sospinse il mare con un forte vento dell'est tutta la notte e mise a secco il mare". Andò proprio così, come narra la Bibbia nel Libro dell'Esodo (14: 21). Se fu il Signore a separare le acque permettendo la fuga degli ebrei dall'Egitto, o si trattò semplicemente di Madre Natura, resta da stabilire.

Ma certo è che un forte vento avrebbe potuto effettivamente creare per qualche tempo un corridoio in mezzo al mare per il popolo eletto.

Dopodiché, caduto il vento, le onde si sarebbero richiuse, e così si spiega perché l'esercito inviato dal Faraone fu sommerso e dovette rinunciare all'inseguimento. La divisione delle acque del Mar Rosso, forse il più spettacolare miracolo dell'Antico Testamento, immortalato da Charlton Heston nella parte del protagonista in un'indimenticabile scena di "I dieci comandamenti", colossal cinematografico hollywoodiano del 1956, trova dunque riscontro nella realtà. O perlomeno nella possibilità scientifica.

Uno studio basato su 14 simulazioni al computer, condotto dallo Us National Centre for Atmosphere Research e dall'università del Colorado, pubblicato dalla rivista online Public Library Research e anticipato ieri dalla stampa britannica, sostiene che un vento con una velocità di 100 chilometri orari, che spirasse per almeno dodici ore, avrebbe potuto creare un "ponte" di terra lungo 5 chilometri e largo 3 per all'incirca quattro ore. Più che sufficiente per consentire a Mosè e al suo popolo di passare dall'Egitto al Sinai nel loro viaggio verso la Terra Promessa, verso Israele.

Non appena il vento si fosse arrestato, le acque si sarebbero rapidamente ricongiunte, come una marea che ricopre il fondo del mare lasciato precedentemente scoperto.

Continua su : repubblica.it


Quindi.

È possibile che, madre natura, in determinate condizioni possa far si che tale evenienza si realizzi.

Ma sicuramente, qualcuno obietterà che, anch'essa è suscettibile e "sottomessa", ad eventuali voleri divini.

D'altronde essendo, tutto, una sua creazione.

lunedì 27 settembre 2010

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI

Onu pronto a contatti con extraterrestri

Tra compiti agenzia Vienna contatti con alieni

26 settembre, 19:51

(ANSA)- LONDRA, 26 SET -Tra le agenzie delle Nazioni Unite ce n'e' una che ha,tra l'altro,il compito di tenere i rapporti con eventuali extraterrestri. Il capo e'una astrofisica malaysiana, che descrivera' il suo lavoro alla prossima conferenza scientifica della Royal Society Kavli Foundation. Dira' che l'esistenza di una vita extraterrestre va ben oltre la mera possibilita',l'Onu deve essere pronto''a coordinare la risposta dell'umanita'' ed e' una struttura pronta'per mettere in piedi questo meccanismo'.

Link : ansa.it

Pongo in evidenza...

Dirà "CHE L'ESISTENZA DI UNA VITA EXTRATERRESTRE VA BEN OLTRE LA MERA POSSIBILITÀ"


E questa notizia, a mio modestissimo parere...

Si ricollega ampliamente a quanto è trattato nei
seguenti post :

- UFO, UN TABÙ CHE COMINCIA AD INFRANGERSI ?

- I GEMELLI DELLA TERRA ? "FORSE SONO 100 MILIONI".

- HAWKING : GLI ALIENI ESISTONO MA È MEGLIO STARGLI ALLA LARGA.

E se, per curiosità, la futura portavoce, la volete vedere...

Eccola : Mazlan Otman.

Che dite, "la potrebbero avere scelta, perché assomiglia a loro" ?


Non ci resta che aspettare...

Però.

Quanto...non lo sò.


Poi...

Ho trovato interessante ( sempre, a mio parere ), la seguente intervista...

Pubblicata alcuni giorni fà...

Extraterrestri sulla Terra, intervista esclusiva speciale al fisico nucleare Stanton Friedman.


Ed infine, almeno per ora, c'è anche questa notizia...

LA VOGLIA DI VERITÀ DEI MILITARI USA

Dato che domani sarà il 27 settembre, cioè la data dell'evento, pubblico per esteso la notizia che Tigrino ha segnalato in un suo commento a uno degli ultimi post: magari a qualcuno è sfuggita. Si tratta dell'incontro con la stampa organizzato da otto ex ufficiali statunitensi con il supporto di altri 120, tra i quali anche alcuni britannici: chiederanno che si faccia piena luce sulla verità relativa agli Alieni e alle basi nucleari. La Reuters, una delle più importanti ed equilibrate agenzie del mondo, ne parlò a metà settembre. Il testo che leggerete è apparso sul sito del Centro Ufologico Nazionale.

Continua su : misterobufo.corriere.it

Restiamo in attesa di sviluppi, se vi saranno.

Eccoli.

A partire dalla conferenza stampa dei militari...

6 veterani ufficiali della Aeronautica americana e britannica: gli UFO esistono e hanno danneggiato le testate nucleari delle basi NATO !


E poi, la smentita, con molti dubbi e punti oscuri, all'apparenza direttamente dall'interessata, a tale carica.

SMENTITE E SCENARI INQUIETANTI

Scritto da: Flavio Vanetti alle 22:27

"L’ONU smentisce la nomina di un suo ambasciatore per gli Extraterrestri. Ma questa falsa notizia ne ha, non a caso, eclissata un ’altra ben più importante sugli UFO. Una operazione mediatica di intelligence? Se non è vero, è ben pensato.
" Questo è il succo di un comunicato stampa del CUN sui recenti episodi, che sono stati in parte già commentati in questo blog. Però l'intervento di Vladimiro Bibolotti, presidente del Centro Ufologico Nazionale, è utile per un riassunto e per lo sviluppo ulteriore del dibattito.

Continua su : misterobufo.corriere.it


Se questa si rivelerà, "come sembra", una "Vaccata"...

Non vorrei essere nei panni del collaboratore, per esempio, dell'Ansa, che ha effettuato il "lancio".

Ed a quel punto, secondo me, ci sarà seriamente da interrogarsi sui fini di tale notizia.

Solo pura Goliardia.

Un test.

O altro ?

Vedremo

Provo a spiegarmi meglio.

Io, a differenza di altri, se avete fatto caso...

In particolare, in presenza di notizie, diciamo, di una certa rilevanza...

Mi sono sempre affidato a fonti serie, o tali considerate...ovviamente, nel limite del "lancio" della notizia dalle stesse.

Anche perché, nel caso in cui a successive verifiche di tali notizie, risultasse l'inattendibilità delle stesse.

L'agenzia, o le fonti serie in generale, al fine di salvaguardare correttamente l'immagine e quindi, la medesima serietà che le contraddistingue, NON ESITEREBBERO A PUBBLICARE SOLERTE SMENTITA.

Quindi...

L'Ansa ha riportato la notizia...e se è, un'agenzia serissima, come penso crediamo tutti che sia...l'Ansa ( e/o altre agenzie o testate giornalistiche di pari livello ) la deve smentire.

Io di notizie e smentite date da altre testate giornalistiche...serie fin che volete.

Ed in particolare, quando si tratta di notizie di una "certa" rilevanza.

Posso anche tenerne conto.

Ma, non mi elimina definitivamente il dubbio.

Ed aggiungo...

Il problema, almeno il mio...NON È...con riferimento in particolare a questa notizia, quanto ci sia di vero nel fenomeno Ufo.

Ma le fonti, ovvero, le grandi agenzie di stampa a livello mondiale.

Che, chi prima e chi dopo questa notizia l'hanno battuta e confermata.

Ora, se per esempio, l'Ansa una delle più attendibili al mondo mi fà un "lancio" con questa notizia e dopo non per scrupolo ma per provare a saperne di più t'imbatti in una Reuters o in una AFP che dice più o meno le stesse cose, citando anche le dichiarazioni di tal personaggio e non solo sue.

Sarò un "pirla", ma anche se fosse il primo d'Aprile.

Ci credo.

Quindi.

"Potrò essere, quantomeno, un credulone".

Ma non penso ( o non voglio nemmeno pensarci ) che tali agenzie di stampa, hanno battuto una notizia del genere, senza fare prima approfondite verifiche...in caso contrario...

Allora..."siamo messi davvero bene".

E questo, potrebbe essere davvero "tutto" un complotto...oltre che/oppure una gran presa per il culo.


Qualcuno però, riferendo della smentita, si pone anche delle domande...

Ambasciatore Onu per gli alieni: colossale bufala o cauta marcia indietro ?

Interessante, secondo me, l'ultima parte dell'articolo.

E poi...

L'ONU SMENTISCE, NIENTE ALIENI / nessun ambasciatore ONU pronto a incontrare ipotetici extraterrestri

La notizia ci aveva fatto sobbalzare dalle sedie ed era rimbalzata su tutte le agenzie più note e accreditate del pianeta (La Stampa, il Giornale, MTVnews.it, Telegraph, Daily Mail, The Australian, News.com.au, giusto per citarne alcuni): l'ONU avrebbe infatti nominato un ambasciatore per le relazioni con ipotetici visitatori alieni.

Per due giorni il mondo si è interrogato sul perchè di tutto ciò.

Con non poca inquietudine molti si sono anche chiesti perchè proprio ora ci fosse l'esigenza di nominare una carica del genere.

E solo dopo due giorni è arrivata la smentita della stessa ONU che ora ci tiene a precisare che quella dell'ambasciatore del Pianeta Terra è una notizia falsa.

Lo avrebbe affermato addirittura la stessa Mazlan Othman, ossia colei che sarebbe stata scelta per tale incarico.

"E' una bella idea - avrebbe dichiarato la Othman - ma al momento non corriponde a verità".

Visto e considerato che la notizia è uscita a livello planetario e attraverso gli organi di informazione più noti, accreditati e letti, ci chiediamo:

1) come è arrivata questa notizia al punto da essere battuta per buona da tutte le maggiori agenzie del mondo?

2) perchè l'ONU non ha smentito subito, evitando un polverone altrimenti inevitabile?

Continua su : unonotizie.it

Appunto.

Perché ?


Ho trovato questo articolo, interessante...

2010 extraterrestrial disclosure wave surges around UN, nuclear shutdowns, Denver ET/ UFO vote...
( in inglese - examiner.com ).

Da cui metto in evidenza...

Towards a scientific and societal agenda on extra-terrestrial life

Starts: 9.00am on 04 October 2010
Finishes: 6.00pm on 05 October 2010

Venue: Kavli Royal Society
International Centre Organised by Dr Martin Dominik and Professor John Zarnecki

Should extra-terrestrial life exist, upcoming efforts will provide living generations with a realistic chance of its detection. Even more than the scientific agenda, a corresponding complementary societal agenda needs to be debated. With a mix of invited talks and panel debates, we particularly look into the detection of life, the communication with potential extra-terrestrial civilizations, the implications for the future of humanity, and the political processes that are required.

Four panel debates include Calling ET, or not even answering the phone?

Societal questions raised by the detection of extra-terrestrial life

What could studies of extra-terrestrial life tell us about the future of humanity?

Extra-terrestrial life and arising political issues for the UN agenda

Confirmed panelists Ivan Almar, Stephen Baxter, James Benford, David Brin, Milan Cirkovic, Richard Crowther, Kathryn Denning, Steven Dick, Stephane Dumas, Frans von der Dunk, John Elliott, Lisa Kaltenegger, Claudio Maccone, Michael Michaud, Mazlan Othman, Ted Peters, Margaret Race, Seth Shostak, John Smart, Nicholas Tosca, Doug Vakoch, Clement Vidal, Felisa Wolfe-Simon, Alexander Zaitsev

Link : royalsociety.org


Ipotesi :

E se a qualcuno fosse "sfuggita" qualche confidenza di troppo, prima del previsto ?

Non ci resta, che attendere la conferenza della prossima settimana.


Ma nel frattempo, ci giunge notizia di questa interessantissima scoperta.


E poi, un altro interessante articolo, dietro ai misteri di questa notizia...

Mystery behind initial report of UN Liaison for Extraterrestrial First Contact
MISTERO DIETRO L'INIZIALE ANNUNCIO DI UN COLLEGAMENTO ONU PER IL PRIMO CONTATTO EXTRATERRESTRE...
( in inglese - exopoliticsinstitute.org ).


A seguire la parte II.

NUOVO FENOMENO AL CERN "FORSE È MATERIA BIG BANG"

PARTICELLE

Nuovo fenomeno al Cern
"Forse è materia Big Bang"

Il plasma primordiale comparso subito dopo la nascita dell'universo potrebbe essere stato ricreato e osservato nell'acceleratore di particelle di Ginevra. L'esperimento coordinato da un italiano, Guido Tonelli

GINEVRA - Un fenomeno "mai visto finora" è stato osservato da uno dei quattro esperimenti dell'acceleratore di particelle più grande del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc) del Cern di Ginevra. Tra le ipotesi considerate c'è quella secondo cui potrebbe trattarsi della materia primordiale, comparsa subito dopo il Big Bang.

L'annuncio, dato oggi in un seminario al Cern, arriva a nemmeno sei mesi dalle prime collisioni ed è stato osservato nell'esperimento Cms (Compact Muon Solenoid), coordinato dall'italiano Guido Tonelli dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Secondo Tonelli "è molto presto per capire esattamente di che cosa si tratta. Ci sono cinque o sei diverse ipotesi e in questo momento sarebbe assolutamente prematuro trarre delle conclusioni.

Quello che osserviamo è un fenomeno nuovo, che intendiamo studiare in dettaglio".

L'ipotesi più suggestiva è che possa trattarsi di qualcosa di simile alla "miscela primordiale", ossia il plasma di quark e gluoni prodotto nei primi 20-30 microsecondi dopo il Big Bang.

Un simile stato della materia è stato finora prodotto solo con ioni pesanti nell'acceleratore Rhic (Relativistic Heavy Ion Collider), dei Laboratori statunitensi di Brookhaven.

Link articolo : repubblica.it


Se confermato.

È un altro passo verso la comprensione delle dinamiche, che hanno creato, o contribuito a creare, a seconda dei punti di vista, l'universo.


Aggiornamento...

LHC

Ginevra, ricreate al Cern le temperature del Big Bang

Migliaia di miliardi di gradi, paragonabili a quelli esistiti nei primi milionesimi di secondi di vita dell'universo. Ottenuti nel più grande acceleratore del mondo, il Large Hadron Collider, in seguito a collisioni di ioni di piombo

Continua su : repubblica.it


E poi c'è questo articolo, che anche se riguarda il laboratorio del Gran Sasso, voglio ugualmente inserirlo in questo post...

GRAN SASSO

Un esperimento per risolvere l'ultimo mistero di Majorana

Al via nei laboratori dell'Infn il progetto Gerda.

Avrà il compito di dimostrare l'esistenza del neutrino ipotizzato dal fisico scomparso nel 1938.
Potrebbe spiegare la natura della materia oscura

Continua su : repubblica.it


FISICA

Il Cern cattura l'antimateria grande mistero dell'universo

Per la prima volta, gli atomi specchio non sono scomparsi un attimo dopo la loro creazione.
Permetteranno di capire come la materia e il suo opposto non si siano annullati al momento del Big Bang. E gli scienziati si divertono a ricordare Dan Brown

Continua su :repubblica.it


Che il sogno di un bambino degli anni "70, "abbia inizio"...

"Un'astronave a curvatura, spinta da motori ad antimateria, che "lo" possa portare là, dove nessun uomo è mai giunto prima."

Ora sappiamo che il "sogno", non è fatuo...evanescente.

In un futuro, più o meno lontano...chissà.

COME SI PUÒ VIVERE SENZA FILI, ECCO TUTTI I GADGET WIRELESS

COME SI PUÒ VIVERE SENZA FILI, ECCO TUTTI I GADGET WIRELESS

Dal nuovo televisore che trasmette il segnale in tutta casa, alle web radio, si moltiplicano i dispositivi che utilizzano le moderne tecnologie di trasmissione

di ERNESTO ASSANTE

BASTA con fili e cavi, il futuro è tutto wi-fi. Vivere senza fili è diventata una realtà. E non si tratta solo di prodotti che hanno già riscosso un certo successo, soprattutto le radio che si collegano ad Internet, come la Squeezebox Radio di Logitech o lo Streamium della Philips, o le tastiere e i mouse, che già da tempo si collegano ai nostri computer senza usare fili, ma di nuove periferiche per tutti i gusti.

Partiamo dalla novità più singolare e interessante: la televisione. Loewe ha presentato all'ultima edizione di Ifa a Berlino un televisore, il Loewe Connect, che oltre a collegarsi ad Internet e offrire una vasta gamma di nuovi servizi, ha la funzione Streaming DR +. Grazie alla quale le trasmissioni registrate sull'hard disk DR+ possono essere viste con facilità in ogni altro televisore Loewe appartenente alla nuova generazione chassis SL.

La trasmissione in streaming avviene via LAN, W-LAN o via Powerline tramite la rete elettrica. In questo modo si può guardare ad esempio una registrazione dell'hard disk DR+ integrato dal televisore in soggiorno all'altro televisore in camera da letto. Contemporaneamente è possibile addirittura guardare un'altra trasmissione live in soggiorno.

E' il primo passo per la sostituzione dei vecchi trasmettitori di segnali audio-video che fino ad oggi hanno consentito di tramettere il segnale di un televisore ad un altro in un'altra stanza senza dover stendere cavi e fili lungo la casa. Antennini prodotti da aziende come Philips, Meliconi, Cobra, che hanno riscosso particolare successo soprattutto da quando è arrivata la tv satellitare, per poter vedere i programmi in altre stanze senza dover installare altri decoder.

Per vedere film o ascoltare musica in tutta la casa utilizzando il wi-fi, sono arrivati sul mercato diversi dispositivi, semplici e funzionali. Uno di questi è il Lacie Wireless Space, che con una capienza da 1 a 2TB, può archiviare musica, film e foto facilitandone l'accesso e la condivisione da qualsiasi computer collegato alla rete domestica.

C'è anche il media player wireless di Asus, O! Play Hd2, che ha addirittura un'interfaccia USB 3.0 e supporta l'audio Dolby TrueHD.

Ma non vanno dimenticati altri oggetti che sono di uso quotidiano e che hanno perso i loro collegamenti classici e sono diventate senza fili.

Prime fra tutte le stampanti, come la HP Officejet 6500 Wireless All-in-One Printer, che stampa, fotocopia, scannerizza e trasmette fax collegandosi al pc in wi-fi. E se si vuole trasformare la propria fotocamera in una macchina wi-fi per scaricare le foto senza fili, ecco la Eye Fi, una memory card SD che oltre a memorizzare le foto le trasmette wireless al computer. La nuova Eye Fi X2 ha 4 gb di memoria e una velocitaà scrittura/lettura di Classe 6.

E dato che tra qualche mese è Natale non dimenticate anche l'albero wi-fi, un albero di Natale realizzato da Frontgate che si collega alla rete elettrica attraverso il bluetooth e consente di accendere "magicamente" tutte le luci della festa senza alcun filo attaccato alla presa elettrica.

Link articolo : repubblica.it


Che dire.

Tutto bello, affascinante, ed interessantissimo.

Da amante estremo, della tecnologia estrema.

Nulla da dire, per me quanto elencato nell'articolo...

Corrisponde grosso modo, al "Paese dei Balocchi".

Però, riflettondoci sù..."un attimo" in più.

Ti poni la domanda.

Ma tutti quegl'impulsi di energia, perché di ciò si tratta...liberi.

Sottoforma di impulsi in radiofrequenza, microonde o altro.

Che effetti avranno, sia nel breve che nel medio o luogo periodo...

Sull'organismo e la psiche umana...e perché no, visto che moltissimi vivono assieme a "noi"...animale ?

E poi...

Senza dimenticare d'interrogarci, anche sugli eventuali possibili effetti nei vegetali.

"SOLO PER, 'PURO'...BUSINESS" - Parte II

Prosegue dalla parte I.


L'INCHIESTA

Ior, la cassaforte vaticana

I segreti della banca di Dio

Da Marcinkus all'operazione trasparenza, fino alle accuse di oggi. Viaggio nel cuore della finanza (e dei misteri) dell'Istituzione finanziaria di Oltretevere. Gotti Tedeschi per il papa sarebbe degno del Nobel

di ALBERTO STATERA

Spesse nove metri, le mura del Torrione di Niccolò V, eretto nel 1453, rappresentarono il potente baluardo della cristianità contro i turchi.

Nel terzo millennio, quel bunker protetto dalle guardie svizzere che svetta oltre la porta vaticana di Sant'Anna, sede dell'Istituto per le Opere di Religione denominato all'origine "Ad pias causas", è giudicato se non proprio il paradiso, il purgatorio dell'offshore, dei misteriosi conti cifrati, del riciclaggio di denaro di origine opaca, di operazioni bancarie che virano sul grigio, quando non sul nero dell'inferno. Di quelle che insomma odorano da lontano di sterco del diavolo.

Il paradosso è che dopo secoli di diaboliche e impunite frequentazioni col maligno, sembra che il divino redde rationem giudiziario giunga proprio nel momento in cui decolla un tentativo di cristiana purificazione della finanza vaticana. Con papa Ratzinger, di cui gode la stima, e con gli altri plenipotenziari in tonaca, pare che il presidente dello Ior Ettore Gotti Tedeschi, il moralizzatore, fosse proprio sul punto di lanciare il suo progetto-trasparenza per restituire prestigio alle istituzioni pontificie travolte continuamente dagli scandali, quando i magistrati di Roma l'hanno indagato con l'ipotesi di riciclaggio.

Continua su : repubblica.it

"Il moralizzatore...moralizzato".

Mi vien da sorridere.

Mentre "si svela" un altro tassello, a "conferma", della tesi per cui, sia tutto...

"Solo, un 'puro'...Business".

martedì 21 settembre 2010

PANDORA'S TIMES parte LXIV

Prosegue dalla parte LXIII.


Nuovo Ordine Mondiale.

ATTIVITA’ DI STUDENTI D’ARTE ISRAELIANI PRESSO LE ABITAZIONI DI UFFICIALI FEDERALI

DI WAYNE MADSEN
onlinejournal.com

Alla vigilia dell’anniversario del 9/11 e con la strana ripetizione dell’attività degli “studenti d’arte” israeliani [segnalata] presso gli uffici e le abitazioni del governo federale, dell ’esercito americano, e persino dei giudici federali un anno e mezzo prima dell ’attacco del 9/11, il WMR è statoinformato di un aumento della stessa attività rinnovata presso le abitazioni di attuali ed ex ufficiali federali.

Nell ’incidente più recente, gli ufficiali federali della Transportation Security Administration (TSA) [1] hanno riferito che degli “studenti d’arte” israeliani si sono presentati presso le loro abitazioni di Brea, California, nella Orange County. In modo simile all ’attività [condotta] dagli studenti d’arte alla fine del 2000 e all’inizio del 2001, un Israeliano, accompagnato da uno o due altri, compreso uno alla guida, ha esaminato il vicinato offrendo dipinti israeliani porta a porta. Gli individui della TSA in quella zona non sono agenti di sicurezza aeroportuali, ma funzionari più alti dell ’agenzia per la sicurezza aerea, parte del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale.

Continua su : comedonchisciotte.org


ISRAELE

Hamas uses phosphorus shells in stepped-up assault on Israel
HAMAS HA USATO BOMBE AL FOSFORO NELL'INTENSIFICATO ASSALTO SU ISRAELE...
( in inglese - debka.com ).

L'ESERCITO ISRAELIANO HA BOMBARDATO DEGLI EBREI ?


IRAN

"Apparenti convinzioni o reali potenzialità" ?

Nucleare : Iran, non temiamo nuove sanzioni

Ahmadinejad, possiamo far fronte alle nostre esigenze da soli

16 settembre, 09:20

(ANSA) - ROMA, 16 SET - L'Iran non teme nuove sanzioni sul suo programma nucleare: 'possiamo far fronte alle nostre esigenze' da soli, ha detto Ahmadinejad.
'Anche se gli Usa aumentassero di 100 volte le sanzioni, e se anche gli europei ne imponessero di piu' dure, noi possiamo far fronte alle nostre esigenze', ha detto il presidente Ahmadinejad sottolineando che Teheran 'non ha alcun bisogno degli Usa'.

Ieri, Usa, GB e Francia hanno accusato l'Iran di 'mentire' sullo scopo pacifico del suo programma nucleare.

Il mistero, attorno alla dichiarata e poi smentita cattura, da parte delle forze di sicurezza iraniane, di sette militari statunitensi sul confine fra Iran ed Afghanistan...

IRAN: ARRESTATI 7 MILITARI USA

19 settembre, 13:20

(ANSA-REUTERS) - TEHERAN, 19 SET - Sette militari americani che stavano cercando di entrare in Iran sono stati arrestati. Lo riferisce l'agenzia semiufficiale Fars. (ANSA-REUTERS)

Ed anche da altra fonte...

TEHERAN

Arrestati sette militari americani
"Cercavano di entrare in Iran"

Fonte : repubblica.it
( 19 settembre 2010 )

TEHERAN - Sette militari americani che stavano cercando di entrare in Iran sono stati arrestati. Lo riferisce l'agenzia semiufficiale Fars. "Di recente sette soldati statunitensi sono stati arrestati da guardie iraniane in una provincia sud-orientale del Paese. Sono stati arrestati anche due irianiani che li accompagnavano", scrive l'agenzia senza citare alcuna fonte. La notizia non è stata data da altri mezzi di informazione.

Iran: tv Stato, no arresto soldati Usa

L'agenzia Fars, vicina a Pasdaran, aveva diffuso la notizia

19 settembre, 14:34

(ANSA) - TEHERAN, 19 SET - Smentito dalla televisione di stato iraniana l'arresto di 7 militari americani. La notizia dell'arresto era stata data dall'agenzia Fars.

L'agenzia semiufficiale, ritenuta vicina ai Pasdaran, i guardiani della rivoluzione, aveva annunciato l'arresto dei militari che stavano, secondo la fonte, cercando di entrare in Iran. Oltre alla Fars, anche un altro sito internet vicino ai Pasdaran, javanonline.ir, aveva riferito in precedenza che sette soldati Usa erano stati arrestati 'di recente'.

Commento...

Penso che i Pasdaran abbiano riferito la verità del fatto, ma diciamo che, "i ministeri della Difesa e degli Esteri", abbiano fatto le loro giuste considerazioni in merito.

Iran: Isaf, nessun soldato Usa arrestato

Lo precisa forza a guida Nato in Afghanistan

19 settembre, 16:29

(ANSA) - KABUL, 19 SET - Nessun soldato delle forze internazionali e'stato arrestato o risulta disperso in Iran. Lo dice un portavoce dell'Isaf. La precisazione fa seguito alla notizia, pubblicata e poi smentita dai media iraniani, dell'arresto di 7 militari Usa che stavano tentando di entrare illegalmente in Iran. Sempre l'Isaf ha sostenuto che in occasione delle presidenziali del 2009, gli attacchi degli insorti sono stati 479, mentre ieri 294, ossia 185 di meno.

Ma c'è qualcuno che la pensa diversamente...

Despite denials, Iran did kidnap 5 US troops on Afghan soil
NONOSTANTE LE SMENTITE, L'IRAN HA FATTO RAPIRE 5 SOLDATI STATUNITENSI SUL SUOLO AFGHANO...
( in inglese - debka.com ).

Poiché, ha avuto notizie in merito dalle sue fonti, che confermano lo scenario della cattura.


GRECIA

Grecia: attacco a consolato turco

Con molotov a Salonicco, nessun ferito

18 settembre, 09:34

(ANSA) - ATENE, 18 SET - Sconosciuti incappucciati hanno lanciato bombe molotov contro la sede del consolato turco a Salonicco, secondo i media greci. L'attacco, avvenuto nelle prime ore di stamane, non ha avuto alcuna conseguenza grave ma ha provocato un rapido intervento della polizia che ha isolato l'area. Gli attaccanti si sono quindi diretti all'Universita' Aristotele lanciando altre molotov. E' il secondo attacco di questo tipo in poco piu' di un mese contro il consolato turco.

Grecia, stop camion: benzina a rischio

Sesto giorno di sciopero, braccio di ferro camionisti-governo

18 settembre, 10:13

(ANSA) - ATENE, 18 SET - Sesto giorno di sciopero dei camionisti greci contro la liberalizzazione decisa dal governo: timori per la distrubuzione di carburanti.

Se ci saranno problemi interverra' la magistratura, avverte il governo greco che non vuole aumentare il periodo di transizione tra l'attuale e il nuovo regime. I camionisti, che con centinaia di autocarri occupano le principali arterie del paese, sono ancora sotto ordine di precettazione dopo il lungo sciopero di luglio che mise in ginocchio il paese.


Economia.

UE: NON ANCORA DISCUSSA PROPOSTA TEDESCA SU INSOLVENZA STATI (FONTI)
(ASCA-MarketNews) - Berlino, 15 set - L'Unione Europea non ha ancora discusso la proposta della Germania che prevede di consentire, in modo ordinato, l'insolvenza di uno degli Stati membri.
Lo hanno detto a Market News International qualificate fonti dell'esecutivo tedesco. Nel caso dell'Eurozona la proposta di Berlino potrebbe anche prefigurare l'uscita dall'Unione monetaria del paese insolvente. ''E' uno degli argomenti importanti, ma non e' stato ancora discusso'', ha detto la fonte.
Tutti i membri della Ue, ''sono consapevoli che la proposta della Germania e' uno dei temi che deve affrontare la task force di Van Rompuy sulla governance europea'', ha spiegato la fonte, prefigurando che su questo tema ''caldo'' si discuta dopo il mese di ottobre.
La proposta tedesca e' vista come ''fumo degli occhi'' da parte della Bce che teme una deflagrazione dell'Eurozona, l'insolvenza di uno Stato potrebbe infatti avere conseguenze sistemiche.
Posizione ribadita oggi da Lorenzo Bini Smaghi, membro del Board della Bce, nel suo intervento alla Commissione affari economici e monetari del Parlamento europeo: ''E' ingenuo considerare l'ordinata ristrutturazione del debito pubblico di uno Stato membro, si tratta di un azzardo morale''. red-vam/mcc/rob

SI CHIAMA HINDENBURG OMEN LA PROVA CHE LA RECESSIONE È ALLE PORTE.

L’ AMERICA MUORE, LA CINA VINCE LA QUARTA GUERRA MONDIALE

FONTE: REDALERT.WND.COM

La Cina abbandona il dollaro e compra oro.

Una banca americana su 10 è nella ‘problem list’ della FDIC (Compagnia Federale d’Assicurazione sui Depositi), il 10% dei proprietari di immobili americani adesso rischia la preclusione del diritto ipotecario.

Un americano su 6 riceve sovvenzioni dal governo, la contrazione dell ’economia aumenta la dipendenza.

Rimanete sintonizzati per ascoltare il suono del tonfo più divertente che la terra abbia mai sentito.

Quello dell’America che cade.

Insieme ad altri articoli in questo post possiamo ora vedere un quadro più chiaro di come si sta svolgendo la quarta guerra mondiale.

Dico “SI STA SVOLGENDO” perché seppure l’America e Israele stiano lottando per creare la terza guerra mondiale, i Cinesi hanno già vinto la quarta guerra mondiale.

La Cina belligerante verso il dollaro .. le banche sono d ’accordo ad accettare pagamenti in valuta cinese nel commercio internazionale.

Benvenuti nella quarta guerra mondiale.

Per i Cinesi gli affari e il denaro sono la guerra.

Quando sarà usata la valuta cinese al posto del dollaro, il 5% (o poco di più) degli utili pagato all ’America fin dagli anni ’30 (per l’uso della loro proprietà US$ per poter commerciare) inizierà ad essere pagato alla Cina perché viene usata la sua valuta.

Tale perdita di reddito distruggerà totalmente l ’America e porterà la Cina al vertice.

La Cina ha quasi vinto la quarta guerra mondiale e l ’America non si accorge nemmeno che sta accadendo.

Le ripercussioni di questa enorme perdita porteranno gli USA agli ultimi spasimi della morte nella terza guerra mondiale, mentre l ’America moribonda inizierà ad attaccare gli interessi della Cina in tutto il Pacifico.

Uno di questi interessi saranno le petroliere venezuelane che consegnano petrolio alla Cina, petrolio che 5 anni fa sarebbe andato all ’America.

Continua su : comedonchisciotte.org

L'INCHIESTA

L'Asia lancia la guerra delle monete parte la sfida economica all'Occidente

Vendite di yuan e yen per spingere l'export, aut aut sulla tecnologia. Ignorate le accuse di concorrenza sleale lanciate dal ministro Usa Geithner alla Cina

Continua su : repubblica.it


EUROPA - BELGIO

LA DISSOLUZIONE DEL BELGIO È UN TEST PER IL RESTO D'EUROPA.


A seguire la parte LXV.

AFGHANISTAN : "LA GUERRA UN FALLIMENTO" - parte III

Prosegue dalla parte II.


AFGHANISTAN: PETRAUS, LA GUERRA SARA' ANCORA MOLTO LUNGA

(ASCA) - Roma, 18 set - ''Non voglio usare termini come ottimista o pessimista: voglio essere realista, e la realta' e' che l'impegno in Afghanistan e' stato, e' ancora e restera' duro''.

Lo afferma, in un'intervista a Repubblica, il generale David Petraeus, comandante della missione Nato e delle forze Usa nel paese, per un totale di quasi 150 mila uomini.
''Il nostro obiettivo principale - spiega - e' evitare che il Paese torni a essere un santuario per Al Qaeda com'era prima dell'11 settembre. Ci sono stati progressi in certe aree, ma servono altri passi avanti. E dobbiamo consolidare quello che abbiamo ottenuto''. E, aggiunge, ''credo che il modo migliore per valutare i progessi sia l'espansione delle aree sicure''.

Il comandante parla poi dell'impegno delle truppe italiane: ''Le Forze italiane hanno fatto molto bene, l'approccio ha funzionato nelle loro aree di responsabilita', ma anche li' deve essere modulato sulle circostanze locali: in certe aree gli italiani hanno dovuto combattere e hanno dimostrato di saperlo fare''. map/sam/lv


AFGHANISTAN

Militari americani sotto inchiesta
"Uccidevano civili per divertimento"

Il Washington Post cita documenti e testimonianze relative all'indagine: Omicidi "compiuti essenzialmente per sport da soldati dediti all'hascisc e all'alcol". Cinque incriminati, altri sette indagati. Il padre di uno di loro cercò di avvertire i superiori, ma invano

Continua su : repubblica.it

venerdì 17 settembre 2010

PANDORA'S TIMES parte LXIII

Prosegue dalla parte LXII.


Nuovo Ordine Mondiale.


Prima o poi, tutto viene a galla...

LA STORIA

Il fotografo di Luther King era un infiltrato dell'Fbi

Per milioni di neri Withers era un eroe che ritraeva le loro battaglie. Si trovava con il reverendo anche quando venne ucciso a Memphis. E' stato smascherato, a tre anni dalla sua morte, grazie alle legge che regola l'apertura degli archivi di Stato

dal nostro corrispondente FEDERICO RAMPINI

NEW YORK - Per generazioni di neri era una figura eroica: il "loro" fotografo, quello che aveva immortalato le battaglie per i diritti civili stando sempre dalla parte giusta, al fianco di Martin Luther King. Tre anni dopo la sua morte emerge un'altra verità sulla sua vita: il grande Ernest Withers era una spia al soldo dell'Fbi. Ammesso tra i più intimi nella cerchia dei leader afroamericani, li tradiva per raccontare tutto alla polizia. E pensare che la sua famiglia sta per inaugurare un museo in suo nome, dove intende esporre l'opera imponente di Withers, un gigante del foto-reportage, l'autore di tutti gli scatti storici sulle grandi lotte degli anni Cinquanta e Sessanta contro la segregazione razziale. Ad abbattere Wither dal suo piedistallo ci ha pensato il giornale di Memphis - la città dove fu assassinato King - usando il Freedom of Information Act che sancisce il diritto di accesso agli archivi di Stato.

Continua su : repubblica.it


IRAN

Visite già da tempo programmate e rivelazioni in attesa di conferma, pronte per essere sfruttate per "eventuali fini bellici"...

IRAN: AHMADINEJAD A OTTOBRE VISITERA' IL LIBANO

(ASCA-AFP) - Beirut, 9 set - Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad si rechera' in visita in Libano a ottobre, per la prima volta dal 2005.
''Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad sara' in visita in Libano dal 13 al 14 ottobre e dovrebbe incontrare il presidente Michel Sleiman, il primo ministro Saad Hariri, il portavoce del parlamento Nabih Berri e alcuni funzionari di Hezbollah'', ha fatto sapere una fonte del governo.
Ahmadinejad dovrebbe anche visitare il sud del Libano, dove la tensione rimane alta dopo lo scontro dello scorso mese tra le forze libanesi e israeliane. red/cam/alf

IRAN: OPPOSIZIONE, SCOPERTO SITO NUCLEARE SEGRETO

(ASCA-AFP) - Washington, 9 set -
L'organizzazione dei Mujahedeen del popolo iraniano (Pmoi), principale gruppo di opposizione all'estero, ha annunciato di aver scoperto un sito segreto per l'arricchimento nucleare nascosto tra le montagne a nord-ovest di Teheran.

Secondo il gruppo, il sito si troverebbe ad Abyek, a 120 chilometri a nord-ovest di Teheran, e l'Iran avrebbe iniziato a costruire l'impianto, gestito dal ministero della Difesa della Repubblica islamica, nel 2005. ghi/mcc/alf

"Illuminati appelli" alla resistenza, per un mondo migliore...in attesa di arrivare alla meta...

Iran/ Ahmadinejad: No a ordine mondo creato da padroni di schiavi

Creato per sfruttare le ricchezze delle nazioni africane

Teheran, 14 set. (Apcom) - Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha caldeggiato un nuovo ordine mondiale per sostituire quello attuale creato dai "padroni di schiavi", aprendo i lavori di una conferenza iraniano-africana a Teheran. I presidenti del Senegal, Abdoulaye Wade, e del Malawi, Bingu wa Mutharika, oltre ai ministri di molte altre nazioni africane partecipano a questa conferenza di due giorni dedicata allo sviluppo delle relazioni tra la repubblica islamica e il continente nero. "La sensazione comune è che il mondo ha bisogno di un nuovo sistema di gestione", ha dichiarato Ahmadinejad citato dall'agenzia di stampa Mehr.
Ha affermato che l'attuale ordine mondiale è stato creato dagli "ex colonizzatori e padroni di schiavi per sfruttare le ricchezze delle nazioni africane".

Ahmadinejad ha proposto l'aiuto dell'Iran per lo sviluppo dei Paesi africani, precisando che la repubblica islamica non ha "nessun limite" per sostenere il continente e in particolare esportare le sue conoscenze tecnologiche.

Il presidente del Malawi ha previsto da parte sua uno sviluppo rapido delle relazioni tra Iran e Africa nel corso dei prossimi cinque anni. "Saremo presto testimoni della creazione di molte industrie iraniane in Africa", ha dichiarato secondo il sito della televisione di stato. Dopo il suo arrivo al potere nel 2005, il presidente Ahmadinejad aveva dichiarato che lo sviluppo delle relazioni dell'Iran con l'Africa era una priorità per il suo governo.

IAEA: Iran crosses critical line for nuclear-arming missiles
AIEA : L'IRAN HA OLTREPASSATO LA LINEA CRITICA PER ARMARE MISSILI NUCLEARI...
( in inglese - debka.com ).


ITALIA

TERRORISMO: MARONI, RISCHIO NUOVI EPISODI SEMPRE MOLTO ALTO

(ASCA) - Cortina, 11 set - ''Il rischio di episodi di terrorismo come quello dell'11 settembre e' molto alto. La Francia ha innalzato il livello di sicurezza, noi abbiamo la piu' alta attenzione nei confronti di questo rischio che aleggia sempre e siamo sempre vigili per scongiurare situazioni che abbiamo gia' vissuto in questi anni''. Cosi' il ministro degli interni, Roberto Maroni, oggi a Cortina, durante il primo raduno nazionale dei vigili del fuoco. fdm/mar/rob

Guarda caso tre giorni dopo, a Parigi, ci sono stati almeno due allarmi bomba.

"L'oscura vicenda, del peschereccio mitragliato da una motovedetta libica, con finanzieri italiani a bordo"...

Peschereccio mitragliato da libici

Evitato abbordaggio, imbarcazione arrivata a Lampedusa

13 settembre, 11:30

(ANSA) - LAMPEDUSA, 13 SET - Un motopesca della flotta di Mazara del Vallo e' stato raggiunto da colpi di mitraglia sparati da una motovedetta libica. La sparatoria, avvenuta ieri sera a largo delle coste libiche, non ha avuto conseguenze sull'equipaggio, che e' riuscito ad evitare l'abbordaggio e ad allontanarsi. Il peschereccio l'Ariete, a cui i libici avevano intimato di fermarsi, ha invece proseguito la navigazione verso il porto di Lampedusa, dove e' arrivato questa mattina.

IL RACCONTO

"Noi finanzieri ostaggi di Tripoli su quelle navi non vogliamo salire"

La testimonianza di un ufficiale impegnato nei pattugliamenti congiunti: "I libici si comportano come se fossero i padroni. Quello che è successo è incredibile"

dal nostro inviato FRANCESCO VIVIANO

LAMPEDUSA - "Sparare è l'ultima ratio, in casi di enorme pericolo. Ma di certo un peschereccio non poteva rappresentare un pericolo. Volevano bloccarlo? Ci sono tecniche che lo permettono, senza l'uso delle armi. Ma sa qual è la cosa più triste? Mentre i libici sparavano i miei colleghi a bordo erano impotenti. Perché non potevano fare nulla, non potevano intervenire. Abbiamo le mani legate: il nostro unico compito è di insegnare ai militari di Tripoli a governare quelle motovedette di 28 metri che il nostro governo ha ceduto a quello libico. Ho parlato con i miei colleghi a bordo e le posso assicurare che sono, a dir poco, sconcertati e non vedono l'ora di rientrare in Italia.

Anche perché nei nostri confronti i libici non si comportano certo bene. Siamo sistemati in un albergo, ma è tutto recintato, è una sorta di prigione dalla quale usciamo soltanto per andare in mare con loro per le attività programmate".

Continua su : repubblica.it

Stampa Israeliana. Italia, perché non solo continui, ma anzi, incrementi i tuoi affari con l'Iran, nonostante l'embargo che hai sottoscritto ?

Iran/ Stampa Israele: Commercio Italia con Teheran cresce

Di fatto, la politica di Roma aiuta regime a ottenere stabilità

( Fonte : APCOM )
14 settembre 2010

"E' vero", ha evidenziato Yedioth Ahronoth, "che Berlusconi e il ministro degli Esteri Franco Frattini hanno dichiarato in passato di comprendere la necessità di erodere l'abilità di Teheran a sviluppare armi nucleari che mettono a repentaglio la sicurezza e l'esistenza dello stato di Israele, ma di fatto la politica del loro governo indica una promozione dell'interscambio con Teheran. Che aiuta il regime degli ayatollah a ottenere stabilità". Il quotidiano ha messo sotto accusa anche la natura dei rapporti. "Nonostante non siano ancora stati pubblicati dati precisi sulla tendenza dell'interscambio", ha spiegato, "non si tratta di un commercio basato su generi alimentari basilari. Dai dati Istat emerge chiaramente che anche quest'anno l'interscambio tra i due Paesi è caratterizzato da prodotti industriali, lavori di infrastruttura, energia, satellitare per la comunicazione, prodotti scientifici e tecnologici. In passato, era già emerso da indagini giornalistiche che aziende italiane hanno fornito all'estero appoggio all'esercito iraniano".
Nell'articolo è stato ricordato che "all'inizio dell'anno, l'amministratore delegato di Eni (Paolo Scaroni, ndr) era stato convocato dal Dipartimento di Stato americano per spiegare le enormi dimensioni dell'interscambio tra i due Paesi". Il quotidiano ha evidenziato che "questo è il quarto anno consecutivo in cui detto interscambio dimostra di crescere, malgrado le sanzioni imposte all'Iran dall'Onu, tutte le promesse fatte all'amministrazione di Washington e i calorosi abbracci profusi da Berlusconi durante la sua visita in Israele". Il quotidiano ha fatto sapere di aver contattato per un commento a Roma sia la presidenza del Consiglio, che ha spiegato che i dati sono ancora in fase di studio, sia il ministero degli Esteri, che li ha confermati. La Farnesina ha spiegato che "la forte crescita delle importazioni dall'Iran dipende dalla variazione del tasso di cambio euro/dollaro e dai prezzi del petrolio. Le esportazioni verso l'Iran non violano le sanzioni imposte dall'Onu: le grandi aziende italiane hanno fermato le proprie transazioni e non c'è alcun uso doppio, civile-militare, della loro attività. Nel contempo, le piccole e medie imprese che avvertono l'accelerazione dell'economia italiana commerciano con l'Iran, correndo rischi in assenza dell'assicurazione governativa per la loro attività".


STATI UNITI

Armi: Congresso Usa,contratti con Arabia

Trattative anche per forniture navali e difese antimissile

13 settembre, 10:21

(ANSA) - WASHINGTON, 13 SET - Obama sottoporra' al Congresso il piu' importante contratto di armamenti mai presentato: fino a 60 mld dlr, per l'Arabia Saudita. I contratti riguardano aerei ed elicotteri. Lo riferisce oggi il Wall Street Journal precisando che l'amministrazione Usa e' anche in trattative con il regno saudita per forniture navali e di difesa antimissile, per una valore di decine di miliardi di dollari. I contratti rientrano in una piu' ampia politica di rafforzamento degli alleati davanti all'Iran.

LA MEGA FORNITURA DI ARMI AMERICANE AI SAUDITI DA 60 MILIARDI PREOCCUPA L'IRAN MA NON ISRAELE.

Allerta ambasciata Usa: evitare Aqaba
"I cittadini americani evitino il porto della Giordania", l'ambasciata Usa nel Paese teme una minaccia imminente

15 settembre, 13:13

WASHINGTON - L'ambasciata Usa in Giordania ha allertato i cittadini americani perché evitino il porto giordano di Aqaba, parlando di "possibile minaccia imminente" nel golfo della regione omonima.


A seguire la parte LXIV.

LA GUERRA DEGLI SMARTPHONE "TANTI GIGANTI, NESSUN VINCITORE"

TELEFONIA

La guerra degli
smartphone
Tanti giganti, nessun
vincitore

A livello di immagine, l'iPhone di Apple ha sbaragliato la concorrenza mentre Google, con Android, sembra puntare dritto al primato. In realtà, numeri alla mano, il leader del settore è ancora Nokia, ma il panorama è sempre più affollato

di ERNESTO ASSANTE

NOKIA si muove al contrattacco: il più grande produttore di cellulari del pianeta (sono più di 1 miliardo e 300 milioni i telefonini con marchio Nokia nel mondo), non ci sta ad avere l'immagine del pugile suonato, del vecchio campione che non riesce più a vincere un incontro. E riparte con una nuova dirigenza, dei nuovi smartphone e un forte rinnovamento della propria immagine. Si, perché è soprattutto di immagine che si parla, visto che, nonostante abbia perso quote di mercato a vantaggio dei concorrenti, Nokia rimane il leader di un mercato in cui la concorrenza si è fatta fortissima e nel quale la confusione regna sovrana, alimentata soprattutto da titoli di giornali che non aiutano certamente a comprendere cosa sta accadendo.

Continua su : repubblica.it


Ed ancora, dalla medesima fonte una panoramica sugli ultimi modelli in uscita della casa finlandese...

TELEFONIA MOBILE

Smartphone, Nokia rilancia
"Siamo tornati, siamo leader"

Alla kermesse londinese il gigante mondiale dei cellulari lancia tre nuovi modelli per fermare la spinta innovativa di Apple e Google. Appena dopo aver rivoluzionato il suo management. Ecco come potrà cambiare

dal nostro inviato DANIELE VULPI

LONDRA - Il gigante si scuote e urla - più a se stesso che agli altri - "Nokia è tornata". Lo scenario è un'immensa struttura coperta accanto ai dock sul Tamigi, a Londra. L'occasione è il Nokia World, l'appuntamento annuale del maggior produttore di cellulari del pianeta (1 miliardo e 300 milioni in circolazione) con sviluppatori e addetti ai lavori. Le parole sono quelle con cui conclude l'intervento Niklas Savander, uno dei vice presidenti dell'azienda finlandese. Così, il marchio che ha inventato gli smartphone rilancia la sua sfida di Natale proprio nel segmento sul quale è sotto forte pressione da parte di Apple (con l'iPhone) e Google (con il suo sistema operativo Android) che continuano a rosicchiarle fette di mercato. La risposta, per ora, è in una raffica di quattro nuovi modelli di terminali intelligenti che si aggiungono al già annunciato Nokia N8: C6 e C7, e l'E7, un modello quest'ultimo dedicato al settore business nel segno del mitico Communicator, in distribuzione a partire dal quarto trimestre.

Continua su : repubblica.it

UFO, UN TABÙ CHE COMINCIA AD INFRANGERSI ?

UFO, un tabù che comincia a infrangersi?

Un libro, una prefazione politica e altre notizie segnalano che forse qualcosa sta cambiando.

L’argomento UFO intriga un sacco di gente, eppure i giornalisti rispettabili non osano parlarne, se non per ridicolizzare chi “ci crede”, neanche si trattasse di fatti religiosi e bisognasse per forza dividersi fra atei, credenti o agnostici. Del resto, in libreria e in tv l ’ufologia è un genere fra il fantasy e la fantascienza per un pubblico di nicchia, sia pure abbastanza numeroso. Se Underblog torna a scriverne, è per via di un libro appena uscito negli Usa e di altre notizie che non riguardano i soliti avvistamenti.

Il libro è ‘UFOs: Generals, Pilots and Government Officials Go On the Record', curato dalla giornalista Leslie Kean, pubblicato da Harmony Books e recensito da vari magazines e blog.

L’Huffington Post gli dedica un articolo corredato da 16 foto con lunghe didascalie. Un testo atteso negli ambienti ufologici, tanto che già da qualche settimana, a onor del vero, ne aveva segnalato l ’imminente uscita il blog specializzato in materia di un collega del Corriere.it. Un libro giornalistico, con una intrigante prefazione politica scritta da John Podesta,già capo dello Staff del presidente Clinton, poi co-coordinatore del Transition Team di Obama: non proprio l ’ultimo venuto. E qui sta la novità e la rilevanza della cosa.

Podesta non esita infatti a chiedere che si cominci a far luce su questa materia. “ E’ arrivato il momento in cui governo, scienziati ed esperti dell ’aviazione lavorino insieme per sbrogliare le questioni legate agli UFO rimaste fino ad oggi nell ’oscurità. E’ tempo di trovare quel che c’è realmente di vero e quello che non lo è”, dice. “Gli americani – e la gente nel mondo – vogliono sapere, e sono in grado di affrontare la verità”.

Podesta lo afferma approvando la proposta che viene dall ’autrice del libro e dai co-autori, nonché testimoni, di dar vita a una piccola agenzia governativa al fine di cooperare con gli altri paesi che stanno già formalmente investigando, rivedendo e rendendo pubbliche informazioni relative agli UFO. Un ’agenzia che dovrebbe occuparsi del rilascio di documenti e di ogni futura indagine con apertura e efficienza. “Un’idea meritevole”, la definisce Podesta. E il libro in questione viene considerato “un passo fondamentale in questa direzione, un lavoro di base che prepara il terreno per una nuova strada ”. Parole che sembrano voler imprimere una svolta rispetto al silenzio ufficiale, da sempre rispettato puntigliosamente dai media mainstream, su indagini che in realtà vanno avanti segretamente da decenni alimentando, appunto, dubbi e fantasie di ogni genere. Dietro i quali però “qualcosa” di vero c’è, fa capire Podesta.

Continua su : lastampa.it

LONDRA, CINQUE PERSONE FERMATE "UNA MINACCIA PER IL PAPA"

IL CASO

Londra, cinque persone fermate
"Una minaccia per il Papa"

L'ombra di un complotto terroristico sulla visita di Benedetto XVI. Gli uomini tra i 25 e i 50 anni sono algerini ed erano tenuti sotto controllo. Il Pontefice è stato informato, ma "è calmo". Il suo programma non dovrebbe subire variazioni

dal nostro corrispondente ENRICO FRANCESCHINI

LONDRA - Un complotto terroristico turba la visita di Benedetto XVI in Gran Bretagna. All'alba di questa mattina agenti della squadra antiterrorismo di Scotland Yard hanno arrestato cinque uomini a Londra con l'accusa di prepare o istigare un attacco contro il Papa. L'arresto è avvenuto alle 5 e 45 del mattino in un negozio o emporio della capitale dove si trovavano i cinque sospettati, che hanno un'età dai 25 ai 50 anni e sono algerini, secondo fonti citate dalla rete televisiva Sky. Non sarebbero persone già a conoscenza delle forze dell'ordine per precedenti reati o attentati.

I cinque sono stati arrestati sulla base di informazioni raccolte dall'antiterrorismo a cui hanno fatto seguito indagini. Erano dunque tenuti sotto osservazione, ma questa mattina Scotland Yard ha ritenuto di non poter attendere oltre e ha ordinato di arrestarli. Non sembra che sul luogo dell'arresto siano state rinvenute armi o esplosivi, ma sono in corso perquisizioni in varie abitazioni nei quartier settentrionali e orientali della capitale e l'inchiesta continua. I cinque sono attualmente in una stazione della polizia, sottoposti a interrogatorio in attesa di essere incriminati. Il complotto, sempre secondo fonti citate dalla televisione, non avrebbe origine al di fuori della Gran Bretagna, ma già in passato, per esempio in occasione dell'attentato nel metrò di Londra del luglio 2005, si era visto che cellule ideologicamente legate ad al Qaeda si erano formate autonomamente nel Regno Unito senza bisogno di ricevere istruzioni dall'esterno.

Dopo gli arresti, Scotland Yard ha riesaminato il programma della visita del Pontefice ma ha deciso che per il momento i suoi appuntamenti possono proseguire come previsto. Anche se è verosimile che i controlli di sicurezza e la sua scorta saranno ulteriormente aumentati.

L'operazione per proteggere il Papa era comunque massiccia anche prima della notizia del complotto per attaccarlo. Agli eventi pubblici si entra solo dopo avere pagato un biglietto e la maggior parte dei partecipanti vengono perquisiti.

Ci sono ovunque ingenti forze di polizia, in divisa e in borghese. Nelle strade di Londra dove oggi e domani si muoverà il Santo Padre, tutti i residenti hanno ricevuto un avviso per posta che in questi due giorni non potranno nemmeno transitare liberamente per andare a casa, se non saranno in possesso di un documento di identità e di una recente bolletta del telefono, della luce o del gas che dimostri che vivono in quella zona. Una limitazione della libertà individuale che alla vigilia del viaggio sembrava esagerata, ma che ora viene vista in una nuova luce: forse la polizia sapeva che c'erano potenziali rischi per il Papa.

Ora bisognerà vedere se ci saranno conseguenze per le dimostrazioni di protesta annunciate per domani mattina quando Benedetto XVI si recherà a Downing street per incontrare il premier David Cameron.

Il Papa è stato subito informato, ma le minacce non sembrano averlo preoccupato: "E' calmo", dice il portavoce padre Lombardi.

Link articolo : repubblica.it


La medesima notizia da altra autorevole fonte in italiano...

Papa: islamisti lo volevano uccidere

Arrestati sono di origine araba, sospettati di terrorismo

17 settembre, 15:11

(ANSA) - LONDRA, 17 SET - I cinque uomini arrestati oggi a Londra erano islamisti e volevano assassinare il Papa. Lo riporta il Daily Telegraph. I cinque uomini, di origine araba, sono stati arrestati poco prima delle sei - in base ad un'informativa di intelligence - da agenti del Comando anti-terrorismo della polizia, e sono sospettati di aver commissionato, preparato o istigato atti terroristici. Fonti vaticane hanno riferito che il Papa e' stato informato degli arresti ed e' tranquillo.


E pure da una estera...

Al Qaeda threat to murder Pope foiled in London
LONDRA, SVENTATA MINACCIA DI AL QAEDA AD UCCIDERE IL PAPA...
( in inglese - debka.com ).


Aggiornamento...

Papa: Gb, arrestato sesto uomo

Catturato dall'antiterrorismo nella sua casa a Londra

17 settembre, 20:05

(ANSA) - LONDRA, 17 SET - Un sesto uomo e' stato arrestato in Gran Bretagna in relazione alle minacce contro il Papa. Un uomo di 29 anni e' stato arrestato dall'antiterrorismo a meta' giornata nella sua casa di Londra Nord, ha detto Scotland Yard.


Aggiornamento...

Papa: rilascio sospetti, no minaccia

I sei ascoltati mentre parlavano di attacco,ma forse era scherzo

19 settembre, 09:15

(ANSA)-ROMA, 19 SET - I sei uomini sospettati di voler attentare alla vita del Papa sono stati rilasciati a Londra perché non rappresentavano "una minaccia fondata". I sei, dipendenti di un'impresa di pulizie privata, erano stati arrestati dopo che erano state ascoltate loro conversazioni dalle quali sembrava stessero preparando un attacco. La polizia non ha confermato le informazioni secondo cui i 6 scherzassero, aggiungendo invece che era necessario investigare su quella che poteva essere "una minaccia reale".

martedì 14 settembre 2010

PANDORA'S TIMES parte LXII

Prosegue dalla parte LXI.


E finalmente, almeno per alcuni, arriverà il giorno dell'...

"Invasione da Orione"...

E poi...

"Il messia"...

O...Grande Genio.

Si paleserà ( "realmente" )
a questo mondo.

Ovvero.

Colui che unificherà le religioni e la scienza, ed indirizzerà l'umanità ( sopravvissuta ) verso il giusto cammino di benessere e prosperità futura.

E tante altre belle cose, che nei "giusti tempi", ai "giusti" ed ai "puri", sarà dato di conoscere.

E non vi saranno più umili, poiché gli umili, saranno il gregge inconsapevole, gioiosamente sottomesso, del nuovo "credo globale"...o saranno morti.

E non vi saranno più oppressi, poiché da opprimere, non vi sarà più bisogno.

E non vi saranno più "sacrificati", poiché ciò che essi volevano ottenere...è stato ormai ottenuto.

E non vi saranno più Libertà, poiché la Libertà, è l'antitesi della tirannia.

E per coloro che vogliono governare il Nuovo Mondo Globale, la "parola d'ordine" non è certo amministrare...ma semmai...dominare.

E così...nei secoli dei secoli.


Nuovo Ordine Mondiale.

IL GOVERNO MONDIALE - Prima Parte

IL GOVERNO MONDIALE - Seconda Parte


Ancora una volta e sempre...secondo Fidel...

L'INTERVISTA

Castro, un messaggio ad Ahmadinejad
"La Shoah, tragedia senza pari"

L'ex leader cubano in un'intervista di cinque ore per l'edizione online del magazine americano The Atlantic. "Gli ebrei hanno vissuto un'esistenza molto più difficile della nostra - ha detto al giornalista Jeffrey Goldberg - lo comunichi al presidente iraniano" che più volte ha negato l'esistenza dell'Olocausto

Continua su : repubblica.it

FIDEL CASTRO: OSAMA BIN LADEN E’ UN AGENTE AMERICANO

DI PAUL HAVEN
The Associated Press

Il Cubano Fidel Castro dichiara che il leader di Al-Qaida Osama Bin Laden e ’ un agente americano.

Fidel Castro dice che il leader di Al Qaida Osama Bin Laden e ’ stato ingaggiato e pagato dagli agenti CIA per apparire quando il Presidente George W. Bush aveva bisogno di terrorizzare il mondo, come provano dei documenti recentementi pubblicati su Internet.

“Ogni volta che Bush voleva suscitare paura con un discorso importante, Bin Laden appariva minacciando le persone con una storia su quello che stava per fare, ” Castro ha detto ai media durante un incontro con uno scrittore lituano, conosciuto per aver avanzato teorie su un complotto mondiale. “ A Bush non e’ mai mancato il supporto di Bin Laden. Bin Laden era un subordinato.”

Continua su : comedonchisciotte.org

Fidel: critica modello economico
'Quello socialista non e' piu' adatto a Cuba'

09 settembre, 08:05

(ANSA) - L'AVANA, 8 SET - 'Il modello economico cubano non e' piu' adatto a noi'. Cosi' Fidel Castro a due mesi dalla sua ricomparsa in pubblico. La critica al sistema socialista, introdotto proprio dal 'Lider Maximo' nel 1959, e' giunta durante un'intervista al mensile statunitense 'The Atlantic'.
E' il primo riferimento dell'ex presidente, 84 anni, alla grave situazione economica del Paese, da quando lo scorso 7 luglio ha parlato in pubblico, dopo quattro anni di assenza per malattia.


TURCHIA

Turchia: riforma costituzione
Aperti i seggi per referendum

12 settembre, 07:43

(ANSA) - ANKARA, 12 SET - Si sono aperti questa mattina alle 07:00 locali (le 06:00 in Italia) in Turchia i seggi dove circa 50 milioni di elettori affluiranno . Si vota a favore o contro una controversa riforma della Costituzione, in particolare sugli emendamenti a 26 articoli della Costituzione su vari temi, ma i piu' sensibili sono quelli che toccano giudici e militari. La vittoria dei ''si''' cambiera' la struttura della Corte Costituzionale - con 14 giudici su 17 di nomina presidenziale.

L'INTERVISTA

"Con i militari c'è il rischio di golpe la Costituzione turca ora va cambiata"

Lo scrittore turco Orhan Pamuk: "Voterò sì al referendum per dare meno poteri all'esercito". Gli scrittori incarcerati, gli oppositori torturati, i libri bruciati, gli intellettuali perseguitati: ecco i colpi di Stato

Continua su : repubblica.it

LA CONSULTAZIONE

Referendum, in Turchia vince il sì avanti con le riforme costituzionali

Una maggioranza del 58%. Cambieranno i poteri dell'esercito, i criteri d'impunità dei membri delle forze armate e diversi aspetti della giustizia. Novità anche nel campo del lavoro

Continua su : repubblica.it


GERMANIA

Germania: in piazza contro raccolta dati

Contestato il sistema capace di controllare milioni di persone

11 settembre, 20:10

(ANSA) - BERLINO, 11 SET - Migliaia di persone hanno protestato a Berlino per una maggiore protezione dei dati personali e un minore controllo statale sui cittadini. In particolare si chiede al governo uno stop alla raccolta dati con il sistema 'Elena', un computer in grado di immagazzinare milioni di dati a partire dal 2012 e che verra' usato per controllare le dichiarazioni dei redditi. La storia insegna 'per quali scopi folli le raccolte dati possono essere usate', ha detto il sindacalista Frank Bsirske.


STATI UNITI

Diplomatico saudita gay chiede asilo Usa
Minaccia di svelare informazioni imbarazzanti su famiglia reale
12 settembre, 09:33
(ANSA) - WASHINGTON, 12 SET - Un diplomatico saudita ha chiesto asilo politico agli Usa perche' omosessuale e amico di una donna ebrea.
Ahmad Asseri,primo segretario al consolato saudita di Los Angeles,avrebbe fatto richiesta di asilo dopo che Riad non gli ha rinnovato il passaporto e lo ha messo in congedo.'Se torno in Arabia -ha detto- mi uccideranno in pieno giorno'.
Asseri minaccia di rendere note informazioni imbarazzanti su membri della famiglia reale saudita che vivono negli Usa.


Economia.

Pensioni, 2,5 mln di francesi in piazza

La stima e' del sindacato Cfdt che si oppone alla riforma

07 settembre, 19:54

(ANSA) - PARIGI, 7 SET - Sono 2,5 milioni i manifestanti scesi in piazza in Francia per protestare contro la riforma delle pensioni.
Secondo il Cfdt. Obiettivo delle parti sociali era di oltrepassare la soglia dei due milioni di partecipanti, realizzata nel precedente sciopero del 24 giugno. Secondo un sondaggio Ifop, il 70% dei francesi appoggia la mobilitazione contro una delle riforme piu' delicate del presidente Nicolas Sarkozy.

Discorso Papandreu, Salonicco blindata
Opposizione, misure antioperaie. Schierati 4.500 agenti.

11 settembre, 10:18

(ANSA) - ATENE, 11 SET - La polizia greca ha blindato Salonicco per le manifestazioni contro il piano di austerita' in occasione del discorso di Papandreou. IL premier parlera' questa sera alla Fiera internazionale. Sono 4.500 gli agenti schierati per garantire la sicurezza cittadina, mentre il premier ieri ha presieduto una riunione di governo a Salonicco dove l'opposizione e i sindacati hanno convocato manifestazioni al centro della citta' contro le 'barbare misure antioperaie' per far fronte alla crisi.

CRISI: CERVED, PROSEGUE ESCALATION FALLIMENTI IMPRESE. +22% NEL 2* TRIM

(ASCA) - Roma, 13 set - Non si arresta l'escalation di fallimenti delle imprese, che prosegue per il nono trimestre consecutivo. Tra marzo e aprile, infatti, sono state aperte poco meno di 3 mila procedure fallimentari, riportando un incremento del 22% rispetto allo stesso periodo 2009. A livello semestrale, con questo dato il numero dei crack ammonta a quasi 6.000 (+25% rispetto ai primi sei mesi del 2009). Lo sottolinea un'elaborazione dell'ufficio studi di Cerved Group, nato dall'unione di Centrale dei Bilanci, Cerved, Lince, Databank, Finservice, Consit e Pitagora e attivo nell'analisi delle imprese e nello sviluppo dei modelli di valutazione del rischio di credito. In particolare, i fallimenti registrano ritmi piu' elevati soprattutto tra le societa' di capitali, (+26% tra il secondo trimestre 2010 e 2009) e tra le societa' di persone (+20%); piu' contenuta la dinamica osservata nelle altre forme giuridiche (+7%), in netto calo rispetto a quella del trimestre precedente.

Ancora un trimestre duro per le aziende manifatturiere, +35% nel periodo marzo - giugno con un IR (insolvency ratio, numero di fallimenti ogni 10 mila imprese registrate) pari a 12, oltre il doppio rispetto al dato medio pari a 5,2.

Incrementi con tassi a due cifre per tutte le aree, anche se a soffrire maggiormente sono state le aziende del Nord Est con un incremento del 26% rispetto allo stesso periodo 2009; seguono il Nord Ovest e il Mezzogiorno con un +23%, mentre nel Centro i fallimenti sono cresciuti del 17%.

I dati mostrano inoltre un rallentamento della corsa dei concordati preventivi. Dopo il record del primo trimestre, tra marzo e giugno sono state presentate 256 domande, un incremento del 7% rispetto allo stesso trimestre del 2009.

Questo dato e' in netta frenata se paragonato alla tendenza registrata tra gennaio e marzo, pari a +37%. Il rallentamento e' dovuto al calo di domande presentate dalle aziende che operano nell'industria (-18% nel secondo trimestre).

''Mentre le piccole e medie imprese continuano a registrare un trend negativo, timidi segnali positivi provengono dai dati sull'amministrazione straordinaria, che interessano le grandi imprese - sottolinea l'Ufficio studi di Cerved Group -. Dopo i picchi riscontrati nel 2008 e nel 2009, i casi di amministrazione straordinaria registrati nei primi sei mesi del 2010 sono inferiori del 20% rispetto al primo semestre 2009 e 2008''. com-sen/sam/lv

A seguire la parte LXIII.

IL RAGGIO TRAENTE È REALTÀ...ANCHE SE AL MOMENTO PUÒ MUOVERE SOLO OGGETTI MICROSCOPICI

Tractor Beams Get Real: Energy Ray Moves Tiny Objects
IL RAGGIO TRAENTE È REALTÀ : UN RAGGIO DI ENERGIA HA SPOSTATO MINUSCOLI OGGETTI...
( in inglese - space.com ).

Dall'articolo, l'inizio...

"Tractor beams, energy rays that can move objects, are a science fiction mainstay. But now they are becoming a reality -- at least for moving very tiny objects.

Researchers from the Australian National University have announced that they have built a device that can move small particles a meter and a half using only the power of light."


"I raggi traenti, raggi di energia che possono muovere oggetti, sono un perno della fantascienza. Ma ora stanno per diventare una realtà -- perlomeno per muovere oggetti microscopici.

Ricercatori dell'Università Nazionale Australiana hanno annunciato di aver costruito un congegno che può muovere piccole particelle ad un metro e mezzo usando solo il potere della luce."

ECCO L'ELMETTO CON I SENSORI COMANDERÀ I SOLDATI "A DISTANZA"

LA RICERCA

Ecco l'elmetto con i sensori
Comanderà soldati "a distanza"

Il progetto della Difesa Usa: il dispositivo collegato al cervello dei militari permettera di infondere stimoli di regolazione dello stress, mantenimento della concentrazione, limitazione del dolore

di LUIGI BIGNAMI

L'dea è semplice: se ogni singolo aspetto delle sensazioni umane, dalla percezione alle emozioni fino al comportamento è regolato dall'attività del cervello, allora è sufficiente stimolare quest'ultimo per indirizzare al meglio un militare durante un'azione di guerra. Già ma cos'è il "meglio"? Una risposta l'ha data la Darpa (Defense Advanced Research Projects Agency), il dipartimento che si occupa dei progettazione e ricerca per la difesa degli Stati Uniti. Il "meglio", secondo gli alti comandi, consisterebbe nel poter infondere nei militari, quando necessario, un impulso al cervello per ridurre o aumentare gli stati d'ansia, lo stress, la miglior capacità possibile di osservare e trarre deduzioni durante un'attività, sentire meno dolore se feriti, rimanere svegli a lungo e intervenire sul militare in modo psichiatrico. Il mezzo sarebbe un elmetto, che, oltre che a proteggere la testa del soldato, abbia al suo interno queste potenzialità e faccia da interfaccia con un computer che posto a distanza adeguata possa interagire con il cervello.
Una sorta di "controllo a distanza" delle menti degli uomini e delle donne inviati sui fronti più pericolosi, che pone non pochi interrogativi etici.

Fino ad oggi, al di fuori del mondo militare, molte sono le limitazione che rallentano le possibilità di stimolare il cervello per trattare malattie e controllare i processi di informazioni che passano per i circuiti dell'encefalo. La DBS, ad esempio, ossia la stimolazione profonda del cervello, viene utilizzata per limitare i problemi creati dal Parkinson, ma richiede un intervento chirurgico per impiantare elettrodi e batterie nel paziente. La TMS invece, che è utilizzata su chi, con problemi di depressione o allucinazioni, non reagisce alle medicine, non richiede interventi chirurgici, ma necessita di una stimolazione su una piccola area del cervello, circa un centimetro per lato, e da lì non si deve uscire per ottenere gli effetti e, oltretutto, non riesce a stimolare i circuiti profondi del cervello dove risiedono molti circuiti importanti per il problema (tant'è che alcuni ricercatori la considerano niente più che un placebo).

"Al fine di oltrepassare queste limitazioni, abbiamo messo a punto un nuovo sistema tecnologico che invia ultrasuoni al cervello che stimolano i suoi circuiti senza interventi chirurgici. Inoltre il sistema ha una capacità che è almeno 5 volte superiore come qualità di intervento rispetto alla TMS", spiega William Tyler, della School of Life Sciences all'Arizona State University e che lavora per la Darpa. I risultati di tali ricerche sono ormai così avanzati che la Darpa vuole applicarli ai militari americani impegnati in azioni di guerra.

L'idea è di inserire in un casco tutti gli strumenti necessari per stimolare il cervello del combattente a seconda delle esigenze. I prototipi di tali caschi sono già sul tavolo della Darpa. Essi presentano una miniaturizzazione del sistema di trasmissione degli ultrasuoni e mostrano la possibilità di colpire i centri nervosi del cervello del militare senza che questi debba rimanere immobile. "Con questo elmetto, il soldato potrà ricevere informazioni di qualunque genere, sarà protetto come nessun altro elmetto ha fatto finora, ma soprattutto potrà essere stimolato in modo neurologico affinché i suoi centri nervosi rimangano in allerta per tutto il tempo necessario di un'azione di guerra senza momenti di riposo, potrà riceve stimoli per avere un comportamento da "uomo senza paura" e se l'azione di guerra lo porterà ad avere stati d'ansia pericolosi, questi potranno essere cancellati. E in caso venga ferito, gli si potrà limitare il dolore.

Link articolo : repubblica.it

Per vedere la foto del prototipo dell'elmetto, cliccare il link


Certo che, se questo congegno, pur essendo un prototipo, è ormai di dominio pubblico...

Chissà dove sono arrivati.

Mi tornano in mente, un paio di brevetti...chissà perché.